CONDIVIDI

Lavello – Ha preso il via lo scorso 12 marzo al teatro “San Mauro” di Lavello la rassegna “Life is a cabaret”.Quattro grandi serate da trascorrere in allegria. Subito protagonista un grande nome: Gene Gnocchi. Il poliedrico artista emiliano ha presentato la sua ultima creazione “Sconcerto rock 2016”, un esilarante spettacolo che ha visto Gnocchi nelle vesti di “The Legend”, un’anziana rockstar tornata sul palco dopo anni di silenzio, nella speranza di risolvere i suoi problemi economici. Il ritorno sulle scene però si trasforma ben presto in un calvario: problemi audio, insubordinazione dei musicisti, giornalisti della stampa estera che lo mettono alla berlina, il traduttore che lo ridicolizza e il pubblico che gli contesta le scelte artistiche.

Lavello Gene Gnocchi
Lavello Gene Gnocchi

Un caleidoscopio di risate e situazioni comiche ed imprevedibili, ha visto avvicendarsi sulla scena interventi di altri attori e di travestimenti in personaggi improbabili, impersonati dallo stesso Gnocchi. Ad accompagnare Gene, con la chitarra Diego Cassani.Appena entrato in scena, gene ha detto: “ “siamo una band, ci chiamiamo i figli di Renzi, che presentano un programma, che non mantengono! ( scoppiano le prime risate dei numerosi spettatori). Sono arrivato fin qui in Basilicata perché il lavoro non c’è. Oggigiorno si fa fatica a trovare anche una semplice parte.

Ma una telefonata mi ha cambiato la vita, dall’altra parte una voce: “ ciao, c’è un importante spettacolo in Basilicata al cine-teatro di Lavello”. Sono arrivato qui con piacere e presentiamo il nostro ultimo album diviso in 350 brani buoni e 350 pezzi brutti, iniziamo con questi ultimi. Oggi ricorre la festa per Rutelli in Danimarca per aver contribuito alla rinascita di questo Stato senza la sua candidatura! Il prossimo 30 marzo siamo ospiti del Lingotto di Torino per l’inaugurazione di una nuova macchina, i cui pezzi arriveranno dai vari stabilimenti della Fiat, sparsi nel mondo, con una novità: i pezzi li deve montare chi acquista la macchina. Sono stato io a comunicare per primo a Veronica che il suovenir che ha colpito Berlusconi non gli ha fatto niente.Sono stato ad un’agenzia di pompe funebri ho scoperto che la gente viene seppellita anche con lo smoking, il parrucchino”. Ad un certo punto Gene è sceso tra il pubblico cantando la canzone You and Me ed abbracciando le signore anziane in modo affettuoso. L’artista ha concluso la serata dicendo: “ ho toccato il massimo, percependo il pubblico come parte di me stesso”.

Altri eventi in programma, il 19 marzo lo spettacolo di Uccio De Santis, l’8 aprile con Max Pisu e quello conclusivo in programma il 20 aprile con Pino Campagna. Chiuso per alcuni anni, dallo scorso dicembre con la nuova gestione della Tequila Service di Vidio Carbone che si occupa della direzione tecnica e della Cicolella Turismo e spettacolo di Francesco Cicolella che cura quella artistica, il teatro San Mauro ha tutti i numeri per “candidarsi” ad un ruolo da protagonista.

Lavello Gene Gnocchi concerto
Lavello Gene Gnocchi concerto

“Il nostro obiettivo – hanno commentato Vidio Carbone e Francesco Cicolella – è quello di farlo diventare il teatro di riferimento dell’area Nord della Basilicata. Parliamo di una struttura rinnovata che ha una capienza di 450 posti e che ospiterà grandi firme del cinema e del cabaret”.
Ad aprile infatti, ci saranno altri imperdibili appuntamenti. “Ospiteremo – hanno anticipato Carbone e Cicolella – grandi registi che verranno qui a presentare i loro film, ad iniziare da Giuseppe Tornatore. E poi ancora Sergio Rubini, Pio e Amedeo e infine Sebastiano Somma”.
Positiva sin ora la risposta della comunità lavellese e dei paesi limitrofi.
Un ruolo importante è quello giocato dagli amministratori locali: “L’amministrazione – hanno puntualizzato Carbone e Cicolella – è molto attenta e si sta impegnando per far funzionare al meglio la struttura”.