CONDIVIDI
Rinaldi
Rinaldi

Lavello,2013-10-01 – Due minuti di gran calcio per portare a casa un pareggio insperato per le bianconere vulturine. Nei 120 secondi finali l’ASD Rionero Giocoleria, grazie ai gol di Schirò e Rinaldi, riagguanta un pareggio che, a fine partita, sa un po’ d’amaro per le occasioni sprecate. Una parità che ha messo a rischio le coronarie del pubblico e che sottolinea come la squadra di Angelo Viggiano non abbia ancora il killing istinct e la giusta cattiveria per chiudere i match a proprio favore.

Ma rivediamo il film della partita, a cura dell’addetto stampa della squadra Andrea Gerardi: “I primi minuti della gara sono di marca bianconera. La matricola macina gioco, fa girare bene la sfera di gara, recupera palloni ma non riesce a concretizzare le diverse occasioni che le si presentano. Al 7’ la svolta della partita: Rossella Castellano, vera protagonista della prima parte di gara, recupera un pallone sulla propria trequarti e dopo una lunga sgroppata solitaria trafigge con un potente sinistro l’incolpevole numero uno ospite. Sembra tutto facile per il Rionero ma il Vittoria non si da per vinto: un minuto dopo, il lancio lungo di Ternullo trova pronta Primavera C. che, dopo uno stop perfetto, non dà scampo a Martino e riporta la partita in parità.

Nemmeno il tempo di battere che Posa ha la possibilità di riportare avanti le bianconere ma l’estremo difensore del Vittoria respinge in angolo. Sul ribaltamento di fronte palla al centro area del capitano siciliano Primavera F. e tiro a botta sicura di Romano che porta avanti la squadra siciliana. Trenta secondi dopo, l’ASD Rionero rischia di affondare: prima Russo Di Mare e poi Frisoli devono scontrarsi con il muro issato da una Martino in grande spolvero.

La partita si fa interessante e nervosa. Al 12esimo punizione dal limite per l’Asd Rionero Giocoleria guadagnato da Hachitu: Castellano finge il tiro in porta ma passa a Rinaldi che, indisturbata, spinge il pallone alle spalle dell’estremo difensore ospite e riporta la partita in parità. Il Rionero sembra essere ritornato sui binari giusti ma al 18esimo va di nuovo in svantaggio: Zaccagnino, nel tentativo di anticipare un’avversaria, colpisce il pallone in malo modo e segna un gol nella porta sbagliata. A pochi secondi dal termine del primo tempo un nuovo sussulto d’orgoglio per la squadra di casa: Zaccagnino raccoglie in rovesciata un lunghissimo pallone arrivato dalle retrovie e serve Posa che dopo uno splendido stop trafigge il numero uno siciliano in semirovesciata. Fantastico gol e partita riequilibrata.

Il secondo tempo continua sulla falsariga del primo: il Rionero macina gioco e il Vittoria concretizza. Dopo le occasioni sprecate da Rinaldi e Castellano, l’ASD Rionero si autoinfligge una punizione: è ancora un autogol, questa volta del capitano Catalano, a ridare fiato alle siciliane che, pochi minuti più tardi, allungano il loro vantaggio con un gran gol della bomber Romano.

Partita finita? No! Negli ultimi due minuti da batticuore, la neoentrata Schirò, prima accorcia le distanze su assist di Catalano e poi serve una gran palla a Rinaldi che tutta sola non può sbagliare. Sulla partita calano i titoli di coda ma nei secondi finali, una clamorosa distrazione difensiva del Rionero rischia di regalare i tre punti alla squadra ospite: Russo Di Mare, incredula forse dell’occasione presentatasi, a tu per tu con Martino tira clamorosamente fuori. I tre fischi dei signori Agostinelli, Fucci e Di Francesco mettono fine alle velleità e sanciscono la divisione della posta in palio.

Soddisfazione a metà in casa rionerese con un arrabbiato Mister Viggiano che a fine partita ha dichiarato: “oggi se c’era una squadra che doveva vincere era la nostra. Abbiamo pagato lo scotto del noviziato perché non si possono prendere gol con palloni lanciati da 20 metri. In settimana lavoreremo su questo perché abbiamo perso tre punti. Abbiamo dimostrato di avere carattere però l’abbiamo cacciato troppo tardi. Ci prendiamo il punto per com’è andata la partita perché abbiamo strameritato”. Dello stesso avviso anche il Presidente dell’ASD Rionero Di Lucchio che sottolinea come “l’emozione dell’esordio ci ha portato a sbagliare qualcosa. Un esordio emozionante, bello, le ragazze subito hanno dato il 100% anche se qualcuna era un po’ impaurita. Nella prima partita non si può pretendere il massimo però nel secondo tempo siamo entrati con la concentrazione giusta e il pareggio quindi è più che meritato”.

Altrettanto dispiaciuto è il Mister del Vittoria Davide Nobile che, nel post partita ha asserito: “un pareggio fuori casa non si disprezza mai nonostante qualche rammarico visto che a poco meno di due minuti dal termine eravamo in vantaggio di due gol e non siamo riusciti a gestire la partita. Sono soddisfatto comunque dell’esordio contro una buona squadra come il Rionero. Qualche rammarico sulla nostra ripartenza all’ultimo secondo dove potevamo chiudere con un appoggio facile ed invece abbiamo fallito.”

ASD Rionero Giocoleria: Martino, Rinaldi, Catalano (K), Castellano, Hachitu. A disposizione: Di Tolve, Laluce, Petta, Schirò, Posa, Gallucci, Zaccagnino. Allenatore: Angelo Viggiano

Vittoria Calcetto: Paneduro, Primavera C., Primavera F., Ternullo, Romano. A disposizione: D’Angelo, Verdibello, Frisoli, Vasta, Barbu, Russo Di Mare. Allenatore: Nobile Rosario Davide

Arbitri: Agostinelli (Bari), Fucci (Nola).

Crono: Di Francesco

Marcatori: 7’ Castellano (R), 8’ Primavera C. (V), 11’ Martino (V), 12’ Rinaldi (R), 18’ Aut. Zaccagnino (R), 20’ Posa (R). 4’ st Aut. Catalano (R), 16’ Romano (V), 18’ Schirò (R), 19’ Rinaldi (R).

Note: Spettatori 150 circa. Grande sportività tra le atlete e sulle gradinate. 

Lorenzo Zolfo