CONDIVIDI

iumicidduLauria, 2013-10-01 – Nella giornata di sabato 28 settembre 2013 – nel contesto dell’iniziativa “Puliamo il Mondo” – il Circolo Legambiente di Lauria “Laura Conti” ha presentato alla cittadinanza i primi risultati della riqualificazione dell’area di Fiumicello in contrada Santa Maria del rione inferiore. Due settimane di cittadinanza attiva e di intenso lavoro creativo, grazie alla collaborazione dei tanti volontari e degli artisti Federico “Momochi” Sisinni, Nicoletto “Nicozazo” D’Imperio, Nunzia Ariete, Valerio Vitale, Angelo Osnato, Antonio Brancato, Tonino Marotta, Mariateresa Lamboglia, Antonietta Di Lascio e Rosa Baldi. Così è stato possibile ridare bellezza e funzionalità a quest’area comunale strategica, caratterizzata in particolare dalle fontane d’acqua sorgiva. Così è stato possibile tracciare due particolari prospettive: la partecipazione delle giovani generazioni e la costruzione di reti e attività, utili a dare continuità alla tutela e alla valorizzazione delle risorse naturali, umane ed energetiche ancora sottovalutate.

Di mattina, l’attività di pulizia simbolica e giocosa realizzata insieme ai bambini e alle maestre delle due sezioni di classe 5^ della scuola primaria Cardinal Brancati, con gli strumenti di lavoro messi a disposizione dalla Geo-S, con la presenza della Protezione Civile e Guardie Ittico Venatorie e Ambiente dell’Arci Caccia. Di sera, l’aperitivo in Piazza del Popolo con lo stand enogastronomico “Piazza dei Sapori” e musica di “RAIDER & Sasà” ed Etnikos. Qui il Circolo “Laura Conti” ha presentato alla cittadinanza l’esito delle analisi delle acque destinate al consumo umano, specificando proprio che l’obiettivo di questa ulteriore iniziativa è quello di arrivare, nella maniera più esaustiva possibile, alla riqualificazione dell’area e della sua vivibilità.

In questo senso, la divulgazione delle analisi – commissionate al LabService Srl di Roma, certificato Accredia n.0812 e da cui risulta una presenza eccessiva e fuori norma di batteri esterichia coli – è stato il canale con cui il Circolo intende ottenere, in tempi certi, dagli organi preposti e dalla Giunta, la dovuta attenzione alle condizioni idrogeologiche del territorio e cioè: attivazione del necessario monitoraggio, trasparenza sui risultati e azioni tempestive, funzionali alla salvaguardia della salute.

Con questi primi passi, in definitiva, il Circolo Legambiente “Laura Conti” ha riscontrato che prendersi cura dell’ambiente è possibile, senza patrocini finanziari e in autonomia: mettendo in moto il meccanismo volontario della cooperazione e nella consapevolezza di realizzare cose di utilità comune. Anche per questo motivo, il Circolo ringrazia tutti coloro che hanno partecipato, sosterranno ancora e vivranno quotidianamente <<iumiciddu 2.0>>: rigenerato, in aggiornamento e aperto a nuovi progetti.