CONDIVIDI

logo_probretella585Lauria,2014-01-24 – Dal 30 ottobre 2010 data della prima iniziativa pubblica dell’allora neonato comitato “pro bretella 585” sono passati oltre 3 anni e si sono susseguiti 3 governi nazionali e 3 assessori regionali alle infrastrutture, questa considerazione induce tutti a riflettere sulla necessità di stabilire un processo diverso da quello fino ad oggi seguito affinché l’opera in questione veda la sua piena realizzazione e successivo impiego.Innumerevoli le iniziative che il comitato ha promosso in questo arco di tempo. Con la nostra tenacia siamo riusciti a far indire il bando di gara in attesa che arrivasse il 50% del fondo mancante e, il 20 settembre 2012 presso l’ANAS sono state aperte le buste per l’assegnazione dei lavori. Si sono presentate 65 imprese, molte come “ATI – Associazione Temporanea d’Impresa”  altre come consorzi.

La gara d’appalto ha visto come prima aggiudicataria un’ATI formata da L&C (Trapani), Di Giorgi (Trapani) e Del Prete (Melfi). Da allora poco o nulla è stato fatto, il CIPE che dal 3 agosto 2011 aveva stanziato sulla carta i fondi per la realizzazione di questa importante infrastruttura per l’area del Noce non ha successivamente impegnato il fondo affinché si potesse procedere. Abbiamo ripercorso la storia di questo ultimo periodo storico per far capire alle istituzioni quanto alla comunità del noce questa infrastruttura sia considerata di primaria importanza.

Alle istituzioni chiediamo un forte cambio di marcia, chiediamo che ci s’interessi della questione, perché un’opera cantierizzata per la prima volta oltre 30 anni fa non può rimanere incompleta, visto che come detto in precedenza è ritenuta utile per la comunità stessa per lo sviluppo turistico e commerciale dell’area.

E’ tempo di dare risposte con i fatti, qui 30 anni per alcuni enti sembrano pochi, per noi è una vita!

Chiediamo al nuovo assessore, prof. Berlinguer, di venire a fare un sopralluogo dell’opera oppure siamo disponibili ad incontrarlo presso il Dipartimento di competenza per affrontare la questione e cercare insieme soluzioni affinché le nostre richieste non restino inascoltate. Continueremo con più forza e determinazione la nostra azione affinché l’opera non sarà terminata.