CONDIVIDI

Lagopesole – lo scorso 6 settembre nell’ambito dell’ Estate di Federico II, si è svolta la X edizione del corteo storico e del palio dei 3 Feudi ( a cura della pro-loco). Una rievocazione che ha riproposto l’arrivo dell’Imperatore Federico II a Lagopesole il 6 settembre del 1242, giunto per ampliare il Castello e festeggiare questo evento con giochi e balli medievali, magie di fuoco, giostre a cavallo, scene di combattimento, tiro con l’arco.

Tutto questo è stato rievocato, dopo oltre 700 anni dai Cavalieri di Bianca Lancia di Lagopesole, gli Sbandieratori ed i Musici del rione “S.Basilio” di Oria (Br), i Falconieri della storia bandita di Brindisi di Montagna (Pz). Si è vissuta una Giornata Medievale nella memoria della la figura imponente di Federico II, l’imperatore svevo che stupì il mondo per la sua creatività e per la sua passione per le arti.

Neanche la pioggia ha bloccato questo evento.Lagopesole ha vissuto quell’atmosfera ed ha offerto ai visitatori un pezzo di tempo per immergersi in un passato abilmente ricostruito storicamente. 

Per iniziativa della Pro Loco, la piazza, i vicoli e il castello sono tornati ad essere teatri naturali di una storia che, nel corso dei secoli, ha continuato a rappresentare il presente, impermeabile ai tentativi di una modernità sfregiata nel gusto e graffiata nella sua presentazione esteriore.

Tutte le pietre hanno avuto voce. Hanno raccontato il silenzio e fatto rivivere emozioni inconsuete, condite da un’antichità che si presenta nel suo aspetto più vivo e più intimo.

Due gli eventi di richiamo: il Corteo Storico e il Palio dei 3 Feudi. Il corteo ha sfilato attraverso le vie del borgo dove i visitatori sono stati guidati lungo un percorso gastronomico all’interno del quale in tutti i locali coinvolti (bar, pizzerie, ristoranti ecc.), appositamente allestiti in chiave medioevale, sono stati offerti piatti d’epoca e prodotti tipici locali in modo da tracciare un percorso del gusto dai tempi di Federico II ai giorni nostri.

Disseminati lungo il percorso, le lavorazioni e gli artigiani che riproducono i mestieri e le arti del periodo storico richiesto secondo studi adeguati di documenti dell’epoca, hanno proposto dei banchi allestiti con lavorazioni artigianali dell’epoca di interesse: osbergaio, armaiolo; arcaio; speziale; opifex reliquiarum; lavorazioni di pelle o ferro, banco del cambio e della battitura della moneta.

In serata, il corteo ha raggiunto il campo di gara dove si è svolto il Palio dei 3 Feudi per festeggiare l’ampliamento voluto da Federico II della sua domus di Lagopesole. I tre antichi feudi di Agromonte, Lagopesole e Montemarcone, in cui era diviso in epoca medievale il territorio circostante il castello, si sono affrontatati in avvincenti sfide per conquistare l’ambito palio ( per la cronaca ha vinto donna Angela del feudo di Lagopesole).

Quando la notte ha preso il sopravvento nella piazza centrale del borgo si è dato inizio ai festeggiamenti per il Feudo vincitore : balli medievali, giocolieri, streghe,saltimbanchi,magia col fuoco ( ad opera di Morena Grieco di Rionero, in arte Elektra the lady of Fire), tiro con l’arco,scene di battaglia, e musici hanno reso più gioiosa la festa.