CONDIVIDI
festeggiamento San Michele Arcangelo

Laghi di Monticchio,2012-09-30 – La Badia di San Michele  lo scorso 29 settembre, è stata presa d’assalto da circa mille persone, devoti e simpatizzanti, giunti anche da fuori regione, dalla Puglia e Campania,per festeggiare San Michele Arcangelo (tanta gente non si è vista neanche durante le passeggiate e le visite del mese scorso).

Il parroco rettore della Badìa, Fra Giuseppe Cappiello già da tempo ha preparato un ricco programma. Dal 20 al 29 si sono succedute le Novene a San Michele con recita della Corona Angelica. Il 28 settembre, vigilia della festa, dopo la recita della Corona Angelica e santa messa, alle ore 19,30, con partenza dalla Badia, si è svolta  una fiaccolata con preghiere e canti accompagnando la statua di San Michele intorno al lago piccolo. Il 29 settembre, alle 8,30-10 e 11,30 sante messe, alle ore 16,30 tradizionale processione sul battello (gentlmente concesso dal sig. Aldo Cammarota) partenza dal chiosco 2000 e accoglienza della statua all’imbarco dei pedalò con la partecipazione delle dame e dei cavalieri dell’associazione “In cammino con S.Gerardo Majella”. Ore 17,30 santa messa presso lo chalet del lago piccolo e prosieguo della processione accompagnata dalla banda musicale “Giuseppe Verdi” di Rionero, diretta dal M° Donato Santoro,fino alla Badia.

A seguire un intrattenimento musicale nella piazzetta antistante la Badia. Uno spettacolo pirotecnico ha chiuso la festa. “la Chiesa, fin dall’antichità- ha riferito Fra Giuseppe- sia in Oriente che in Occidente, non ha mai cessato di tributare un culto speciale all’Arcangelo San Michele. Anche la nostra comunità di Monticchio ha il privilegio di onorare il Principe delle Milizie celesti, Colui che da sempre viene considerato il “Soccorritore dei Diritti di Dio” e il “Difensore della Chiesa” contro le insidie del demonio.

Rivolgiamoci all’Arcangelo Michele perché da Lui sostenuti nella lotta contro le insidie del male sappiamo proseguire nel cammino di sequela del Signore Gesù. In questi due giorni si è sentito il calore dei presenti, anche di quelli venuti dagli altri centri limitrofi. Ringrazio i collaboratori e le forze dell’ordine per la riuscita dell’evento. Il prossimo 11 ottobre la chiesa inaugura l’Anno della Fede, l’accesso alle realtà soprannaturali, al mistero di Dio, alla divina rivelazione. San Michele Arcangelo è stato un autentico difensore della chiesa, porta della fede”.

Lorenzo Zolfo

La foto ritrae la Badia e la processione sul battello degli anni passati.