CONDIVIDI

barile magiNel 50enario del ciak Film “Il Vangelo secondo Matteo” di P.P.Pasolini (BARILE SHESHI, maggio 1964).

BARILE (PZ) – All’epoca quindicenne studente , uno dei sette figli di Luigi , provetto agricoltore, Nicola CEFOLA , senza nessuna esperienza recitativa cinematografica e/o teatrale, come quasi tutte le comparse ed i figuranti del celebre film in b/n di Pasolini :preferì la Basilicata , in particolare Matera, Castello di Lagopesole , Barile, Melfi, Potenza, alla Palestina da dove tornò sconfortato da una terra “senza paesaggi e senza personaggi” (scrive la studiosa pasoliniana Maura Locantore) .

Il famoso Regista friulano di Casarsa , per poter riprendere con la sua macchina da presa “Grace” i tre Re Magi (Baldassarre, Gaspare, Melchiorre) in un’inquadratura d’assieme, preferì incaricare lo scudiero Nicola Cefola (nato a Barile 14.1.1949 nell’antico quartiere Sheshi del paese e poi emigrato in Svizzera , per lavorare, oltre tre decenni, da artigiano, imbianchino e presso un’azienda chimica) , nella scena dell’adorazione al Bambinello nella grotta “a cavo orale” (di Pasquale Rella) scoperta dallo stesso Pasolini.

E pur non avendo mai e poi mai recitato o partecipato ad azioni teatrali , lasciando da parte l’asino che ,poi, servì per la fuga in Egitto, con passo felpato, sicuro di sé e degno di un professionista del cinema, con in mano un cofanetto contenente i leggendari oro,incenso e mira, li donò con singolare enfasi alla Sacra Famiglia della Betlemme barilese.

E Nicola Cefola, dopo ben trentacinque anni trascorsi nella Confederazione Elvetica , dimenticò quasi quell’evento artistico; entrando di recente in Pro Loco (Palazzo Frusci) scoprì la foto di se stesso bambino . Con emozione e tanta nostalgìa per quel fermo-immagine , volle – a tutti i costi- acquistare la video-tape del “suo” film per visionarlo , di tanto in tanto, con la sua famiglia.

Che bella conquista per Nicola che , con simpatìa, ci esprime il suo segno di gratitudine. Per essere stato , involontariamente, collaboratore pur per pochi giorni, di quel grande Regista di cui oggi la Basilicata si appresta a celebrare il 50enario del ciak , in collaborazione con Regione, Comuni delle locations, Basilicata Film Commission , Soprintendenza ai Beni Demo-Antropologici , Cinit et alia.

Donato Michele MAZZEO
Co-Autore del Libro “Cristo è nato a Barile” prefato da Rocco Brancati (RAI-TV) .

[mappress mapid=”10″]