CONDIVIDI

LA SCALETTA PRESENTA I DAUNI : UN MITO NEL MEDITERRANEO

Franco Sammarco foto di F.Accrozzi
Franco Sammarco foto di F.Accrozzi

Matera – Sabato 26 Settembre, ore 18:30, presso il Circolo, in via Sette Dolori 10, verrà inaugurata la mostra dell’artista pugliese Franco Sammarco. E’ dedicata al mito dell’antica Daunia l’esposizione di opere pittoriche e installazioni realizzate dall’architetto e pittore autodidatta, Franco Sammarco. La mostra potrà essere ammirata dal 26 settembre al 15 ottobre 2015, presso la sede del Circolo “La Scaletta”, in via sette dolori, Matera, dalle 10.00-13.30 e dalle 16.30-19.30. L’ artista, originario di Manfredonia (FG) , ha scelto la suggestiva cornice dei Sassi per allestire la personale intitolata “I Dauni: un mito nel Mediterraneo”, realizzata in occasione dei quaranta anni di attività artistica e della designazione di Matera a Capitale europea della Cultura 2019.

Sammarco da cinque lustri rende omaggio alla sua terra natale con cicli pittorici dedicati alle stele daunie, antiche lastre calcaree che raffigurano il vissuto di condottieri, navigatori e cacciatori, un unicum a livello archeologico, caratteristico delle terre di Capitanata, con ritrovamenti anche in Basilicata. Un lavoro intenso e appassionato che gli ha permesso di ottenere ottimi riscontri da parte della critica e del pubblico per l’interpretazione geniale delle stele, l’immediatezza, la freschezza e la pulizia delle immagini.

Tra le opere esposte al Circolo “La Scaletta” ricordiamo due quadri dedicati alla città dei Sassi “Cava materana”, acrilico su tela cm 50X 60, “Via Duomo, omaggio a Matera 2013”, tecnica mista su cartone, tele ispirata all’antico popolo dei Dauni “Cavallo dauno” olio su tela cm 60X60, “Vasi dauni in riva all’ Adriatico”, olio e acrilico su tela, cm 100X80 e un omaggio alla mitologia greca con “Il lamento degli amanti –Ettore e Andromaca” (omaggio a De Chirico) tecnica mista su cartone cm 35, 5 X 60 e “L’inganno : il cavallo di Troia” –Studio, cm 100X100.

L’artista pugliese, noto anche livello internazionale per i suoi poliedrici lavori artistici, insignito dall’Accademia “Italia delle Arti e del Lavoro” con medaglia d’oro per l’impegno profuso nel campo delle arti, sarà presente al vernissage della mostra, che si terrà sabato 26 settembre alle ore 18.30,per offrire ai suoi ospiti un vero e proprio “viaggio nel tempo e nel mito”, accompagnati dalle note musicali del maestro sassofonista Matteo Marasco.

L’ evento, coordinato dalla dott.ssa Miriam Silvia Petruzzi, è patrocinato da: Parco Nazionale del Gargano, Provincia di Foggia, Comune di Manfredonia, Comune di Matera, Fondazione Basilicata- Matera 2019, in collaborazione con Italia Nostra – sezione Terre dell’Angelo, cantine Teanum di San Severo e il caseificio Il Parco di San Giovanni Rotondo.

NOTE BIOGRAFICHE FRANCO SAMMARCO

Franco Sammarco, autodidatta, nasce a Manfredonia(Fg) nel 1954. Inizia a dipingere sul finire degli anni Sessanta legando le sue prime esperienze al realismo, ad una pittura paesaggistica e figurativo tradizionale. Inizia ad esporre giovanissimo, ma a Viareggio, nel ’73, si presenta al grande pubblico ottenendo il suo primo riconoscimento ufficiale in occasione del IV Trofeo “La Spiga”, con una natura morta improntata sul figurativo moderno. Da questo momento approfondisce le sue capacità naturali,proseguendo ed affinando la sua nuova pittura, dedicandosi in modo particolare alla ricerca di un’identità artistica. Partecipa su invito a collettive e rassegne d’arte in varie città italiane ed estere .Le sue opere figurano in numerose collezioni in Italia, in Europa e nelle Americhe. Dal 1972 al 1978 ,dopo aver preso parte ad alcune rappresentazioni teatrali, ha collaborato come scenografo del gruppo G.A.D.-ARCI “Amici dell’arte” di Manfredonia. Nel settembre del ’79 , a Salsomaggiore Terme, viene nominato accademico dell’Accademia Italia delle Arti e del Lavoro e riceve una medaglia d’oro per la particolare attività svolta nel campo delle arti. Dopo la laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze si interessa di Beni culturali e di problematiche territoriali. Nel 1993 dedica una mostra di pittura e ceramiche al celebre archeologo Silvio Ferri, scopritore delle stele daunie. Dopo il successo di questa mostra, la Galleria d’Arte Moderna “Alba”di Ferrara presenta Franco Sammarco alla Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea “Artexpo –New York (Usa) ; la stessa galleria nel corso del 1995 ospita una sua mostra personale. A seguito di esperienze vicine all’archeologia, tra il 1996 e il 1997 allestirà la mostra “ Sulle onde…dei Dauni”, realizzando alcune installazioni con cordami, remi di vecchie imbarcazioni, ancore, reti da pesca, plastici con riproduzioni di scavi, oltre ad esporre oli e acrilici e alcune riproduzioni fuori scala di stele e vasi dauni in ceramica.
Dal dicembre 1998 è Capo Servizio del settore opere pubbliche del Comune di Manfredonia .
Nel marzo 2003 in Costa Azzurra gli viene assegnato il 1°Prix du Comitè d’exposition e invitato ad ART Cannes “Salon International de Peinture et de Sculpture“ al Palais des Festivals di Cannes.
“Tele e pietre” è il titolo della personale tenuta nel 2004 a Manfredonia e nel 2005 a Stoccarda, in Germania, con l’Istituto italiano di cultura e il GAL Daunofantino.
Nel 2011 partecipa alla 2° Collettiva Nazionale di pittura organizzata dall’Associazione Culturale Diomedes di Manfredonia,allestita presso Palazzo San Domenico, per i 150 anni dell’Unità d’Italia. “Gli strumenti musicali e la natura morta” è il titolo della personale realizzata nel 2013 in occasione dell’XI Festival Internazionale di Chitarra- Città di Manfredonia, quale omaggio ai grandi artisti protagonisti del ‘900.
Ingresso libero
Matera, 24 Settembre 2015
Per informazioni
Circolo “La Scaletta”
e-mail: info@lascaletta.net 0835.336726
Ufficio stampa La Scaletta
Milena Manicone e-mail: milena.manicone@gmail.com
329.7144199