CONDIVIDI

Domenica 22 luglio presso il Centro sociale “G. Lorusso”, si sono svolte le celebrazioni per il 25° anniversario della fondazione della Pro loco di Filiano.La sala gremita di soddisfazione, compiacimento oltre che di umano riconoscimento, alla presenza dei soci fondatori si sono ripercorse le tappe fondamentali di questi 25 anni di operatività.

Il presidente Nicola Martinelli ha tracciato il percorso storico degli eventi che oggi sono diventati simbolo delle attività dell’associazione.

Le iniziative di divulgazione culturale, di aggregazione ludica, di intrattenimento gastronomico e promozione territoriale si sono avvicendate numerose e con successo, lasciando istituzionalmente eventi comela Via Crucis, Lu Muzz’c, L’Estate ragazzi, e cartelloni estivi sempre puntuali alla vitalità filianese.

Il socio fondatore nonché motore propulsore e attento operatore di tutte le attività, Vito Sabia, ha poi relazionato sull’importanza delle Pro Loco nei piccoli centri scandagliando con responsabilità il senso della loro funzione, delle difficoltà in cui ci si imbatte, dell’impegno costante che si esercita, e del sostegno necessario della comunità e delle amministrazioni tutte.

Di seguito si sono alternate le testimonianze degli ex presidenti Antonio Mecca, Antonio Lucia, Giuseppe Carriero, Aniello Ertico e Paolo Spera  che hanno ricordato con commozione la bella storia che è stata l’associazione negli aneddoti e nella convinta partecipazione di ognuno.

Sono stati presenti i rappresentanti delle amministrazioni che hanno sempre dato merito e fiducia al lavoro di gestione e promozione, oltre che sostegno morale ed economico, l’assessore Giovanni Battista Bochicchio, e gli ex sindaci del Comune di Filiano Donato Zaccagnino, Salvatore Maio, Leonardo Santarsiero che nel rinnovare gli auguri, hanno regalato nuovi spunti di propositività per gli anni a venire.

Le conclusioni sono state affidate alle narrazioni del Consigliere nazionale UNPLI Giuseppe Gallo che ha portato l’esperienza del confronto delle Pro Loco a livello nazionale, sottolineandolo lo spirito di fratellanza e l’umile scambio di chi sa darsi per la propria comunità e per il sano spirito d’identità del proprio operato.

L’incontro si è concluso in poesia grazie alle parole augurali omaggiate dalla poetessa Crescenza Lucia e con la consegna di riconoscimenti artistici ai soci e alle istituzioni.

I festeggiamenti si sono spostati in serata presso la piazza del paese dovela Pro Locoha ringraziato la comunità con un intrattenimento gastronomico e il concerto dei Motacuntu gruppo di musica popolare del sud Italia, con la partecipazione di Nico Berardi, che ha reso un tradizionale senso d’appartenenza con le storie e la musica delle nostre genti.

Il Vicepresidente

Giusi Macchia