CONDIVIDI

Matera – La peggior Olimpia Bawer Matera della stagione lascia i punti e le speranze di quarto posto a Giulianova. Contro i padroni di casa in cerca della vittoria salvezza, il roster di coach Miriello parte male e continua peggio la sua gara, non trovando mai la giusta reazione nel corso dei quaranta minuti.

Così, si accumulano punti e distacco e l’ultimo quarto serve solamente ad alleggerire il pesante passivo incamerato. Non c’è niente da salvare in una gara con pochi spunti interessanti e che conferma l’andamento altalenante di una stagione che ci si attendeva migliore.

olimpia matera
olimpia matera-ph. Roberto Linzalone

La società fa sapere di non aver gradito la prestazione del gruppo biancazzurro e che nella nuova settimana sono previsti dei provvedimenti. La società non ha gradito, infatti, il modo in cui questa sconfitta è maturata. Inoltre, una sconfitta che arriva in una delle peggiori serate per l’attacco biancazzurro, mai così poco prolifico.

Coach Miriello deve rinunciare a Ravazzani nel suo starting five, per la condizione non ottimale del suo pivot. Sul parquet, alla palla a due: Grande, Zampolli, Laudoni, Lestini e Ba. Dall’altra parte coach Francani punti su Ricci, Sacripante, De Angelis, Colonnelli e Bartolozzi.

Proprio quest’ultimo, il miglior realizzatore dell’incontro con i suoi 21 punti, apre la sfida. Poi De Angelis, Sacripante e Ricci dalla lunetta mettono a segno un parziale di 10-0 che indirizza la gara. Time out di Miriello e primi due punti per Ba dopo appena 2’ di gioco (10-2).

De Angelis e Sacripante colpiscono ancora dall’arco e, nonostante Lestini e Laudoni, sulla schiacciata di Ricci il parziale è emblematico (20-6). Con un’altra tripla al 7’32” De Angelis porta Giulianova sul +16 (28-12) e nel finale di primo tempo le distanze restano più o meno invariate (30-15).

Nei primi 5’ del secondo quarto l’Olimpia non realizza, Giulianova ne approfitta e scappa (38-15). Zampolli rompe l’incantesimo al 15’39” ma la gara non cambia. Alla sirena che manda al riposo lungo le squadre sono ancora molto distanti, Giulianova avanti +16 (46-28).

Il terzo quarto si apre con i punti di Gallerini e Colonnelli, ai quali risponde solamente Cantagalli (50-30). Bortolozzi e Sacripante continuano a colpire, sia dai 6.75 che dall’area (55-30). La distanza tra le due squadre cresce nel corso dei dieci minuti e la reazione dell’Olimpia Bawer Matera non arriva. Così, Giulianova scappa definitivamente, canestro dopo canestro.

La tripla di Ricci al 28’55” sancisce il massimo distacco tra le due squadre, ben 32 punti (75-43). Ad inizio dell’ultimo parziale le prime e uniche due triple della partita per i biancazzurri, realizzate da Laudoni e Grande e tra i canestri, due liberi sempre di Laudoni, alleviano il parziale (75-51).

I padroni di casa controllano il risultato (77-55). Sulla tripla di De Angelis al 33’38” il recupero tentato dall’Olimpia si ferma. Alla sirena finale è 90-65 per Giulianova, la società preannuncia decisioni importanti e provvedimenti seri.

IL TABELLINO

Etomilu Giulianova – Olimpia Bawer Matera 90-65 (30-15, 46-28, 75-43)
Etomilu Giulianova: Riccardo Bartolozzi 21 (6/8, 3/4), Simone De angelis 18 (3/6, 4/6), Danilo Gallerini 12 (2/3, 2/3), Antonello Ricci 11 (3/4, 1/2), Giuseppe Sacripante 11 (1/4, 3/3), Simone Colonnelli 9 (2/4, 1/5), Riccardo Rosa 4 (1/3), simone Di diomede 2 (1/1), Giorgio Zacchigna 2 (1/1), Edoardo Magazzeni. All. Francani.

Olimpia Bawer Matera: Stefano Laudoni 20 (6/9, 1/4), Alessandro Grande 15 (4/5, 1/2), Gionata Zampolli 10 (4/9, 0/1), Federico Lestini 6 (2/3, 0/3), Nicolò Ravazzani 6 (1/2), Adama Ba 4 (2/3), Gianni Cantagalli 4 (1/4, 0/3), Matteo Annese, Alberto Montemurro ne, Gabriele Pacifico ne. All. Miriello.
Arbitri: Santilli di Recanati (MC) e Grappasonno di Lanciano (CH).