CONDIVIDI

SASSO DI CASTALDA – Finalmente, questa sera, dopo il rinvio dovuto al maltempo, apre ufficialmente la stagione 2016 de “Le Valli del Teatro”, la rassegna che da anni porta il meglio della scena italiana nella Valle del Melandro. L’inizio è di quelli da non perdere. Dalle 20:30 al Mariele Ventre si recita Shakespeare, con una delle sue commedie più conosciute e fortunate, “La bisbetica domata” nella colorata e visionaria versione della Factory Compagnia Transadriatica.

LA BISBETICA DOMATA foto Angelo Maggio
LA BISBETICA DOMATA foto Angelo Maggio

I ben otto attori della compagnia salentina, faranno rivivere agli spettatori la celebre storia della scontrosa e selvatica Caterina, interpretata da Angela De Gaetano, e di come venga conquistata e addomesticata, dal giovane Petruccio, interpretato da Ippolito Chiarello. A fare da contraltare, la vicenda della sorella di Caterina, Bianca (interpretata qui da un uomo, l’ottimo Antonio Guadalupi ), corteggiata da tanti pretendenti che in una serie di travestimenti, inganni e situazioni esilaranti, tenteranno di vincere l’amore di lei.

Il regista Tonio De Nitto immerge queste vicende in una sorta di clima fiabesco, dove i personaggi nei loro grotteschi costumi si muovono come gli ingranaggi di un carillon nella particolare scenografia architettata da Roberta Dori Puddu, con pannelli dipinti con le facciate e gli interni delle abitazioni che ad ogni scena vengono spostate sul palcoscenico.

L’uso della rima, poi, che si accompagna ad un importante tappeto sonoro, costruito ad hoc da Paolo Coletta, contribuiscono a creare un clima da farsa, corale, che gradualmente si trasforma in vera e propria tragedia personale, quella di Caterina e della sua severa “rieducazione”, fatta di privazioni, insulti e violenze, da parte di Petruccio. Il 30 gennaio la rassegna “Le Valli del Teatro” continuerà con “Nella gioia e nel dolore” di e con Elio Colasanto e Alessia Garofalo, spettacolo vincitore del prestigioso “Giovani Realtà del Teatro” 2014.