CONDIVIDI

giovaniSalerno, 01-07-2015 – E’ stato progettato, a valere sul bando “Che Fare 3”, l’iniziativa “InnovaSalerno”, che prevede l’organizzazione di un innovativo open space dedicato ad attività di coworking, coaching e organizzazione di eventi mirati ad accrescere e valorizzare l’appeal economico e culturale della provincia di Salerno. L’iniziativa è stata pianificata dall’Associazione di Promozione Sociale Avalon in partnership con “Cantera”, organizzazione giovanile sostenuta dal Comune di Salerno per implementare azioni innovative in materia di lavoro, e la QS & Partners di Vincenzo Quagliano, che vanta una esperienza pluriennale in materia di creazione di impresa e sviluppo locale.

“InnovaSalerno” fa quindi perno sui giovani e sul loro fermento creativo di idee e di intuizioni legato ad un contesto territoriale ricco di patrimonio, di risorse e di una buana attrattiva anche di investimenti esterni alla Provincia di Salerno.  Il punto di forza del progetto risiede nella rete territoriale costituita dallo “Sportello Europa Giovane” di Pontecagnano Faiano, in grado di valorizzare i Picentini e la Piana del Sele, il “Think Tank di Sassano”, già presente su tutto il territorio delle aree interne del Vallo di Diano e del Cilento, e “Cantera”, l’organizzazione giovanile attiva sul Comune di Salerno.

Spazi di coworking, quindi, destinati ad iniziative già avviate e da avviare, collegate alle filiere artistico-culturali per valorizzare tipicità e filiere del territorio anche attraverso l’organizzazione di eventi strutturati.
Il presidente di Avalon Michele D’Elia nel ringraziare le Istituzioni e i partner di progetto precisa “ l’importanza di InnovaSalerno risiede, oltre che nella sua replicabilità e adattabilità territoriale, anche nella sostenibilità a partire dal secondo anno di attività. Tale struttura permanente sarà in grado, oltre che di valorizzare la storicità e gli aspetti culturali artistici della Provincia di Salerno, anche di creare nuove realtà imprenditoriali attraverso il coinvolgimento diretto dei giovani…”.