CONDIVIDI

Soddisfatto il Segretario FISMIC Zenga: “Gli accordi firmati più di un anno fa ora stanno dando i loro frutti”

Melfi-Sata
Melfi-Sata

San Nicola di Melfi – Dopo le 1481 trasformazioni da contratti di somministrazione a contratti a tempo indeterminato in FCA, continuano a Melfi le buone notizie per i lavoratori.  La FISMIC Basilicata fa sapere, infatti, che una delle aziende dell’indotto, la Tiberina, a partire dal prossimo lunedì 7 settembre, trasformerà i contratti di ben 40 lavoratori interinali in parte in contratti a tempo indeterminato e in parte in contratti a tempo determinato di un anno. La Tiberina è un’azienda con sedi in Italia e all’estero (Germania, Turchia, Repubblica Ceca, Argentina e Brasile, dove nell’ultimo anno stanno effettuando grossi investimenti), che produce componenti per la scocca e per autotelai ed è stata nominata da FCA “Partner of the year 2014”.

Nella zona industriale di San Nicola di Melfi, il Gruppo Tiberina è presente dal 2004 con due siti: uno per la Punto e uno, dotato di tecnologie altamente innovative, per i nuovi modelli Jeep Renegade e 500 X. Tiberina realizza particolari in lamiera ottenuti mediante lo stampaggio, con processi automatici a freddo e a caldo, e l’assemblaggio degli stessi mediante linee completamente robotizzate. Qui, da lunedì, occuperà 146 dipendenti diretti, compresi i 40 neo-stabilizzati.

Soddisfazione da parte del Segretario Generale della FISMIC Basilicata Antonio Zenga che commenta: “Gli accordi sottoscritti un anno fa stanno dando i loro frutti e continuano a portare lavoro stabile e di qualità in questo territorio, prima in FCA e ora anche nelle aziende dell’indotto di San Nicola di Melfi. Questo è il risultato della nostra azione sindacale partita nel 2012 – aggiunge Zenga – con l’accordo sugli investimenti in Sata e nelle aziende dell’indotto e proseguito a febbraio scorso con l’accordo sui turni. Ora – conclude – saremo impegnati a procedere alle conferme anche degli altri lavoratori delle restanti aziende dell’indotto”.