CONDIVIDI

una_chef_per_la_tiroide_2014Filiano (Pz), 05/16/2014 – In occasione della Settimana mondiale della tiroide che si svolge dal 19 al 25 maggio, la Pro Loco di Filiano ha organizzato un incontro volto a sensibilizzare i cittadini sui crescenti problemi legati alle malattie della tiroide e sulle loro ripercussioni sul benessere. L’incontro, aperto alla partecipazione di tutta la cittadinanza, avrà luogo lunedì 19 maggio 2014 alle ore 18:00 presso il Centro sociale di Filiano.

Particolarmente stimolante il tema, “Tiroide problema sociale: dal corpo alla mente” che bene rappresenta i problemi che la tiroide, una ghiandola grande poco più di due centimetri, può determinare quando non funziona adeguatamente. L’incontro, programmato dalla Pro Loco in collaborazione con la Sede CRI di Filiano e l’AVIS Comunale di Filiano, e con il patrocinio del Comune di Filiano, sarà incentrato sui problemi relativi alle patologie tiroidee e sull’importanza della corretta prevenzione e, in particolare, della iodoprofilassi (basata sull’assunzione di sale iodato).

L’incontro sarà aperto dai saluti del presidente della Pro Loco di Filiano Vito Filippi e dal sindaco Giuseppe Nella e sarà moderato da Vito Sabia. La parte scientifica è affidata all’endocrinologo del CROB di Rionero in V. Pasquale Di Leo, che fornirà informazioni per conoscere, curare e risolvere le malattie della tiroide, e al direttore dell’U.O.C di Medicina nucleare del CROB di Rionero in V. dott. Giovanni Storto, che illustrerà la terapia radiometabolica.

Durante la serata sarà presentato il volume “Una chef per la tiroide. Dall’antipasto al gelato: trentadue ricette ipoiodiche”; pubblicazione che ha il mirabile intento di voler raccomandare alle persone con problemi di tiroide piatti appetibili che riducono la sensazione di imposizione e diniego.

Le due autrici, la chef Lucia Santarsiero che insegna laboratorio di cucina presso l’I.I.S. “Gasparrini” di Melfi, e Erminia Casolino che svolge il ruolo di coordinatrice presso l’Unità operativa di Medicina nucleare del CROB di Rionero in V., saranno intervistate dal giornalista Benedetto Carlucci, che avrà il compito di raccontare il “vissuto umano” da cui scaturisce il libro. L’incontro si concluderà con l’intervento di don Biagio Intana che si dedica da vari anni all’assistenza e cura spirituale degli ammalati oncologici, in cui affronterà la tematica del “cibo della mente” che dona una nuova vita.

L’appuntamento è per lunedì 19 maggio, con inizio alle ore 18:00, presso il Centro sociale di Filiano.