CONDIVIDI

Potenza – E siamo a cinque. Il CUS Potenza Rugby non trova ostacoli sulla sua strada e batte, con un secco 95 a 10 la neo nata formazione del Meridiana San Severo Rugby, al termine di una partita giocata in scioltezza dai nero verdi che hanno fanno registrare sul tabellino ben 14 mete, frutto di un gioco corale che però a tratti è sembrato troppo farraginoso. Pronti via ed è subito meta per i lucani che dopo solo 90 secondi vanno in meta con Fabio Pergola, Alfonso Lombardi non trasforma. Passano solo due minuti ed il Potenza va nuovamente in meta con Rocco Di Melfi, seguito dopo soli altri due minuti da Giuseppe Lotito, mete entrambe trasformate da Alfonso Lombardi che portano i nero verdi sul 19 a 0 dopo soli 6 minuti di gioco. Le prime fasi dell’incontro fanno presagire una partita in scioltezza per i leoni ma non è così, perché al 9’ minuto è il San Severo a marcare una meta a causa di un’errata disposizione difensiva dei lucani. Da questo punto in avanti il gioco del CUS diventa più farraginoso e confusionario ma non mancano le segnature dei nero verdi: all’11’ con Jari Grippa, al 23’ una punizione messa a segno da Alfonso Lombardi, che al 30’ e al 34’ mette a segno anche due mete, entrambe trasformate. La concentrazione dei lucani cala nuovamente e allo scadere del tempo c’è la seconda meta del San Severo che fissa il punteggio della prima frazione sul 41 a 10.

Non certo contento del gioco espresso dai suoi, coach Passarella nell’intervallo striglia tutta la squadra e i risultati si vedo subito. Nei primi tre minuti del secondo tempo vanno a segno Giuseppe Esposito e nuovamente Alfonso Lombardi. Il gioco dei leoni sembra più organizzato e meno caotico di quello espresso nella prima frazione ma il San Severo è squadra orgogliosa e si difende a denti stretti. Il CUS però è padrone del campo e nel corso del secondo tempo va a segno con Rocco Di Melfi al 15’ e al 19’, capitan Alessandro Buchicchio al 24’, Pasquale Ianniello al 31’, Nicolò Galante al 33’ e allo scadere con Michele Ligrani, Alfonso Lombardi trasforma tutte le mete tranne l’ultima, fissando così il punteggio finale sul 95 a 10

 “Non abbiamo giocato la partita che speravo, soprattutto nel primo tempo – ha dichiarato, a fine partita coach Giovanni Passarella – Siamo stati troppo caotici nell’impostare la manovra d’attacco e poco incisivi in difesa ma comunque siamo stati capaci di riprenderci nel secondo tempo. Touche e mischie hanno funzionato a dovere e da ciò dobbiamo ripartire per preparare il difficile impegno che ci aspetta domenica prossima in quel di Aradeo contro il Salento Rugby.”

Complimenti infine al Meridiana Rugby San Severo che nonostante la poca esperienza, si è battuta con orgoglio per tutti gli 80 minuti di gioco.

Questo il Potenza sceso in campo:

D’Andrea (1) – Basilio (2) – Esposito (3) – Marsico (4) – Ianniello C. (5) – Benedetto (6) – Di Melfi (8) – De Rosa (7) – Grippa (9) – Buchicchio (cap) (10) – Lombardi A. (11) – Ianniello P. (12) – Pergola (13) – Scavone (14) – Lotito G. (15)

A disposizione: Rado (16), Gerardi D. (17), Bitella (18), Racina* (19), Ligrani (20), Galante N. (21), Giosa (22).

(*esordiente)

Risultati e classifica dopo la quinta giornata:

Rugby Club Granata – Omnia Rugby Bitonto: 15-17 (3-2)

Messapia Mesagne – Salento Rugby: 12-9 (2-0)

Murgia XV Rugby – Artas Rugby Brindisi: 26-10 (2-1)

Meridiana San Severo – CUS Potenza Rugby: 10-95 (2-14)

Murgia XV Rugby: 18 pt.

CUS Potenza: 13 pt. (pen. -8)

Rugby Club Granata: 11 pt.

Salento Rugby: 11 pt.

Messapia Mesagne: 10 pt. (pen. -8)

Artas Brindisi: 7 pt.

Omnia Bitonto: 6 pt. (pen. -4)

Meridiana San Severo: 0 pt.