CONDIVIDI

Perugia_2006Chiaromonte – Si è tenuta a Chiaromonte il 17 gennaio scorso la III edizione del Premio Letterario Internazionale “Gina Labriola” 2014. Il tema del concorso di quest’anno era tutto incentrato sulle tradizioni letterarie del sud e dei sud del mondo: “Storie di briganti, streghe, folletti ed altri marginali”, proprio a voler ricordare le radici e le patrie in cui la poetessa e scrittrice lucana, originaria di Chiaromonte in provincia di Potenza ha vissuto, dimostrando sempre grande attenzione alla cultura, ai miti e alle leggende dalla Lucania e delle altre sue terre sorelle: l’Iran e la Bretagna soprattutto.  Gina Labriola è stata un’artista poliedrica, ha pubblicato numerosi libri di poesia, romanzi, racconti per bambini e ha tenuto diverse mostre in Italia e in Francia, delle sue sete dipinte su cui tra i colori fluttuavano evanescenti le sue parole di “seta”.  Ha vissuto gli ultimi anni della sua vita tra Parigi e Chiaromonte in Basilicata, dove ritornava spesso con gioia e dove aveva allestito un particolare museo, in cui raccoglieva i cimeli di tutte le sue patrie, da lei stessa definito “cat-atelier”. E’ scomparsa a Marsiglia il 2 aprile del 2011.  Nel corso della manifestazione ci sono stati diversi momenti ricordo della poetessa con la proiezione di foto e video a cura di Franchino Ricciardi e con l’interpretazione di alcune sue poesia scelte, recitate e musicate.

Sono intervenute inoltre le autorità locali nella persona del Sindaco di Chiaromonte, i Presidenti delle Associazioni attive sul territorio, il figlio della scrittrice Valerio Caruso. In omaggio alla poetessa Gina Labriola si è tenuto un emozionante Concerto di poesia in musica a cura di Walter Proni (pianoforte) e Claudia Garavini (soprano). Nel corso della serata la giuria, formata da Alessandro Bartolomeoli, Caterina Gozzi, Antonia Gozzi, che ha analizzato più di 300 testi provenienti da tutto il mondo, ha attribuito i seguenti premi:
1° premio ex aequo sezione C, adulti: “Il Castello” di Gentjan Kovaci (Chiaromonte)
1° premio ex aequo sezione C, adulti: “La vendetta del munaciello” di Davide di Finizio (Napoli)
1° premio sezione B, 13-18 anni: Gioielli mortali di Maria Sofia Salvia
1° premio ex aequo sezione A, 6-12 anni: “Il leone vegetariano” di Edoardo Maria Zampetti
1° premio ex aequo sezione A, 6-12 anni: “Mistery of Ciampino” di Cristiano Mignano e Aurora Piras
Premio speciale miglior testo in lingua straniera sezione C: “La Bréhaigne” di Anne-Marie Landru
Ulteriori notizie sul premio e sulle menzioni speciali sono disponibili sul sito http://www.ginalabriola.org/index.php/it/