CONDIVIDI
Un momento di favole a merenda
Un momento di favole a merenda

Filiano – “Favole a merenda”: i vantaggi delle favole per la crescita dei bambini. “La busta che voleva diventare… un maglione” è una fiaba per bambini scritta da Lucia Gallo, che tratta un tema estremamente attuale, ovvero la raccolta differenziata, ma elaborata in maniera ironica e divertente attraverso le avventure di una busta di plastica il cui sogno è diventare un maglioncino colorato.
Questa la fiaba scelta dalle animatrici – Antonietta Guglielmi, Carmela Pace, Carmen Fasanella, Donatella Corbo, Donatella Oppido, Francesca Pace, Marisa Monaco, Nives Coviello e Tiziana Musceca – per insegnare ai bambini e ai ragazzi le regole base della raccolta differenziata, durante l’appuntamento di gennaio della rassegna “Favole a merenda”.  La fiaba, letta dalla mamma Maria Teresa Aloe, è stata accompagnata da una breve spiegazione dei comportamenti sostenibili tenuti dai personaggi. La lettura è stata una narrazione animata, che poggiava sul coinvolgimento diretto dei bambini rendendoli attivi durante la lettura e stimolandoli a prestare attenzione non solo alle parole che venivano dette ma anche alle immagini. Vetro, plastica, alluminio e carta hanno ognuno il proprio bidone colorato in cui finire.

Un modo per trasmettere ai propri figli l’amore per l’ambiente in cui vivono e farli diventare degli adulti eco-consapevoli: insegnare loro a rispettare il mondo in cui viviamo in maniera divertente e creativa.«Essendo il progetto rivolto a bambini e ragazzi dai 5 agli 8 anni – dichiara Vito Sabia, curatore dell’iniziativa -, questi entrano in contatto con argomenti, come quello della raccolta differenziata, attraverso la lettura di fiabe, nella convinzione che i comportamenti passano attraverso le storie, che meglio di ogni altro mezzo espressivo, sanno coinvolgere ed appassionare i più piccoli.»
«La rassegna “Favole a merenda” – dichiara il presidente Vito Filippi – è promossa dalla Pro Loco di Filiano, in collaborazione con la locale Biblioteca e con il patrocinio del Comune di Filiano, ed è stata concepita considerando l’interesse e la curiosità che i racconti, le fiabe e le favole esercitano sui bambini e l’importanza che hanno come strumento di crescita.»