CONDIVIDI
Anna Santoliquido dona un suo libro di poesie al Presidente della Repubblica Bako Sahakyan
Anna Santoliquido dona un suo libro di poesie al Presidente della Repubblica Bako Sahakyan

Potenza – Grandi apprezzamenti per l’arte poetica della scrittrice internazionale Anna Santoliquido, lucana d’origine essendo nata a Forenza (PZ) ma da molti anni residente a Bari, nell’ambito della seconda edizione del Festival Internazionale di Poesia nel Nagorno Karabakh (Artsakh), repubblica autoproclamatasi indipendente dall’Azerbaigian nel 1992 a seguito anche della disgregazione dell’ex URSS. Situata nel Caucaso meridionale, è ubicata tra l’Armenia, l’Iran e l’Azerbaigian. Il Festival organizzato dall’Unione Scrittori del Karabakh sul tema “Peace and Love”, si è tenuto dal 19 al 23 ottobre, principalmente nella capitale Stepanakert con la partecipazione di poeti di molti Paesi provenienti dall’Europa e dall’Asia tra cui Germania, Polonia, Romania, Libano, Armenia, Russia, Serbia, Bulgaria. Dopo la conferenza stampa e presentazione della manifestazione da parte di Vardan Hakobyan Presidente del Festival e dell’Unione Scrittori, ha fatto seguito il ricevimento nel palazzo presidenziale da parte del Presidente della repubblica Bako Sahakyan. Nei giorni successivi la manifestazione ha fatto tappa anche in amene città del circondario e presso la locale Università dove la Santoliquido, in rappresentanza dell’Italia, ha tenuto una relazione sul tema, in lingua inglese. Gli ospiti sono stati accompagnati nella visita di antichi monasteri risalenti al 1200 e ubicati all’epoca, in zone difficilmente accessibili, muovendosi in un contesto naturale fatto da serie di catene montuose tra sconvolgenti ed emozionanti paesaggi biblici che intercorrono tra il monte Ararat ed il Monastero di Gandzasar.