CONDIVIDI
gospel festival
Gospel Festival

VENOSA (PZ) – Le scorse festività natalizie hanno visto svolgersi con successo la terza edizione del Basilicata Gospel Festival, la rassegna internazionale di musica gospel organizzata dall’associazione culturale “Il Circo dell’Arte” di Venosa, che ha toccato alcuni dei borghi lucani più belli attraverso una serie di concerti messi in piedi grazie alla direzione artistica di Pasquale Cappiello, manager dello spettacolo tra i più intraprendenti e innovativi sul territorio lucano. Ancora una volta il Basilicata Gospel Festival si è dimostrato un grande evento capace di portare l’energia e le migliori voci della musica gospel internazionale negli splendidi scenari lucani, con il duplice scopo da una parte di offrire al pubblico una proposta musicale di elevato profilo qualitativo e culturale, oltre che di grande coinvolgimento e divertimento, dall’altra di contribuire alla promozione del turismo anche durante il periodo invernale. Quest’anno il ricco cartellone del Basilicata Gospel Festival si è articolato in dodici date e sedici concerti, con tre prestigiosi gruppi internazionali come ospiti, i quali hanno presentato le varie espressioni della musica gospel, dai brani della grande tradizione alle atmosfere più contemporanee cariche di blues e soul. Ad accoglierli location sempre suggestive e ricche di arte, spesso individuate dall’organizzazione al fine di una loro riscoperta e valorizzazione. I borghi di Ruoti, Bella, Pescopagano, Castelgrande e Vietri di Potenza hanno ospitato il gruppo degli United Praise Mass Choir, fondato dal pastore Patrick George e formato da talentuosi artisti del Sud dell’Inghilterra. A Balvano, Sant’Angelo Le Fratte, Banzi, Muro Lucano, Satriano di Lucania, Maratea, Savoia di Lucania, Baragiano e Tito si è invece esibito il quintetto dei Divinity, proveniente da Atlanta in Georgia, guidato dalla grande interprete Marsha Wilson e formato da professionisti con alle spalle numerose collaborazioni discografiche e partecipazioni a tournée. Infine Picerno e Sasso di Castalda hanno visto esibirsi il sestetto United Gospel Kingdom, altro coro giunto dall’Inghilterra. Tutti i concerti si sono rivelati un’occasione per vivere un’esperienza coinvolgente e di grande impatto emotivo, che ha richiamato la partecipazione di un numeroso pubblico, accrescendo il successo delle passate edizioni. Viva soddisfazione per il direttore artistico Pasquale Cappiello, che ha dichiarato: «Il Basilicata Gospel Festival ha confermato la sua grande attrattiva sul pubblico lucano, che si è dimostrato molto attento e ricettivo, ripagandoci di tutti gli sforzi organizzativi fatti per arricchire il cartellone e aumentare il numero di concerti rispetto agli anni scorsi. Vanno ringraziati tutti gli enti e le associazioni che hanno collaborato per la buona riuscita della manifestazione e gli artisti internazionali partecipanti, che ci hanno regalato sempre performance cariche di energia e di spiritualità e con i quali abbiamo potuto instaurare un  rapporto umano di vera amicizia».