CONDIVIDI

Una fuoriuscita di gas si sarebbe verificata al pozzo GG2 della Total E&P Italia, in territorio di Gorgoglione. A confermarci in qualche modo l’incidente è il sindaco, Giuseppe Filippo, raggiunto al telefono dopo le segnalazioni giunte alla nostra redazione. “Dopo la telefonata in cui mi si riferiva di un forte odore di gas nei pressi del pozzo, ho inviato sul posto il vigile al quale, personale della Total, ha confermato la fuoriuscita di gas, rassicurandolo sulla modesta entità dell’incidente. Nelle prossime ore avremo una comunicazione ufficiale da parte di Total e potrò essere più preciso. Intanto posso dire che quando mi sono recato sul posto, saranno state le 16:30, non ho avvertito cattivi odori e tutto sembrava normale”. Chi l’odore cattivo l’ha avvertito, è chi ha lanciato l’allarme. “Un puzzo che non so definire. Certo è che l’aria era irrespirabile. Prima c’è stato l’allarme delle sirene.

Quando è arrivato il puzzo sono salito al cantiere e ho visto il personale che stava fuori dal perimetro del pozzo e indossava bombole e maschere, mentre nel perimetro interno era versata acqua dalle cisterne.

Io mi chiedo, e tanto ho fatto notare al sindaco: tutti indossavano le maschere, quindi forse non si è trattato di poca cosa. In ogni caso, loro con le maschere e noi a respirare chissà quali schifezze”. Domanda più che legittima quella di Giuseppe Gagliardi, la cui abitazione si trova a ridosso del pozzo. E’ andata meglio alla famiglia la cui casa si trova dalla parte opposta. “Solo perché il vento soffiava nella direzione opposta” -racconta la signora Domenica Durante la quale conferma il continuo suono delle sirene e tutto quanto riferito dal vicino.

La signora fa notare come ancora una volta un evento accade in assenza di strumentazioni per il rilievo dei dati ambientali. “Fino a qualche settimana fa, e voi della Siritide li avete visti e ripresi, c’erano dei rilevatori lasciati dall’ARPAB che ora sono stati rimossi. Guarda caso sono rimaste fino a quando le attività son state ferme. Ora che si è registrato questo episodio non ci sono più e temo che non sapremo mai quale gas ha portato in giro il vento in queste ore”. Facciamo notare alla signora, proprio perché qualche settimana fa siamo stati sul posto, di ricordare della presenza di un laboratorio mobile per il controllo di gas e atmosfera. La signora ci dice di non vederci mai nessuno vicino a quel furgone. Non resta che aspettare la comunicazione di Total E&P Italia, per saperne di più. [Fonte: Paolo Sinisgalli redazione Agri-Lasiritide.it – 11/5/2012]