CONDIVIDI

Villa d’Agri (PZ) – Ogni Venerdì d’aprile, partendo dal 7, si potrà ascoltare musica dal vivo di artisti ricercati e di ogni genere:

Andrea Brunini7 aprile: nato a Borgo a Mozzano, in provincia di Lucca, il 22 maggio 1989, è un cantautore, chitarrista, pianista, improvvisatore e intrattenitore che si ispira molto allo stile classico del folk rock con una profonda influenza funky.

Reduce dalla partecipazione a Sanremo New Talent 2017 e da un tour unplugged nei pub e piazze d’Europa, il giovane musicista toscano è attualmente in giro per l’Italia con il per promuovere l’album d’esordio Vietato calpestare i sogni (Madamadore Recordings, 2016). Per giugno 2017 è attesa l’uscita del secondo capitolo discografico.

Andrea Brunini
Andrea Brunini

Spectre – 14 aprile: dj torinese, il prossimo 10 aprile pubblicherà il nuovo disco 1984 movies (Indastria Records). Dopo la synthwave di Miami, per la medesima label, il produttore elettronico sabaudo torna a stupire con un lavoro le cui sonorità virano decisamente verso la tech house pur mantenendo il legame con la musica anni ’80 divenuta ormai il suo marchio di fabbrica.

Un accostamento tra retrò ed electronic dance music ancora più protagonista per un album molto atteso dalla sua fanbase, pronto a far ballare chiunque lo ascolti e ad essere amato da chiunque ami questo genere e non solo, grazie all’approccio del produttore e DJ torinese, che viene arricchito da suoni e sfumature sempre diverse.

Fùrnari – 21 aprile: Fùrnari (Cristiano) è un cantautore romano, classe 1990.Scrive e canta canzoni cercando di farlo attraverso le proprie sonorità e forme espressive. Dopo l’esperienza come cantante/chitarrista dei Radiodrama dal 2008 al 2012 con cui incide l’album Lies From The Court (Terre Sommerse, 2011) e la successiva partecipazione a festival di rilievo come “Emergenza Rock”, “Roma si libra”, “Giuliano Rock Festival” ed altri, nel 2014 si mette “in proprio” ed inizia a lavorare ad un progetto individuale.

Il risultato è Abusivi Sognatori (Terre Sommerse, 2016), che ottiene un buon riscontro di critica con numerose recensioni da molte testate specializzate, cartacee e web. Insieme all’album viene lanciato in anteprima su Rockerilla anche il videoclip del brano Sopravvissuti e successivamente quello di Lettere da Saturno su Panorama.it. Seguono diversi concerti in giro per l’Italia tra i quali si ricorda anche l’esibizione al Salone Internazionale del Libro di Torino presso il palco del Fuis.