CONDIVIDI
GINESTRA municipio
Ginestra municipio

Ginestra, 2013-12-23 – Per tante famiglie del piccolo centro del Vulture sarà un Natale amaro. Nella giornata dello scorso 21 dicembre, nella buca delle lettere, hanno trovato il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Tares) per l’anno 2013. Le tariffe, rispetto all’anno precedente, sono aumentate del 100%, in alcune famiglie anche del 150%. Il malcontento delle famiglie si avvertiva già nella mattinata di domenica scorsa, in piazza Raffaele Ciriello, abituale ritrovo, che si sono lamentate per un mancato incontro tra l’amministrazione comunale e  la popolazione.

Il responsabile del servizio area finanziaria, rag. Angela Maria Ciriello, nella lettera fatta pervenire alle famiglie ha spiegato i motivi di questo aumento: “il tributo si distingue in due separate componenti, una tassa a copertura dei costi amministrativi comuni e di gestione dei rifiuti solidi urbani, e una maggiorazione pari a 0.30 euro a mq che sarà incassata direttamente dallo Stato.Rispetto alla Tarsu che era commisurata solo alla superficie dell’immobile, il nuovo tributo è caratterizzato da un nuovo metodo di determinazione della tariffa, secondo particolari procedimenti di calcolo stabiliti a livello nazionale dal DPR 158/1999, a cui tutti i Comuni devono attenersi…”.

Il Sindaco, durante una recita natalizia nella scuola comprensiva ha giustificato questo aumento: “ è lo Stato che ci impone di applicare queste tariffe!”. Sembra che lunedì 23 dicembre, molte famiglie ( soprattutto quelle che hanno un mutuo, i dipendenti della Fiat San Nicola di Melfi, i monoredditi), si recheranno al Comune per chiedere chiarimenti su questo aumento. Troveranno amministratori e soprattutto i dipendenti che hanno applicato queste tariffe, decise dalla giunta comunale?  La prima rata si paga il 31 dicembre prossimo, la 2^ a gennaio 2014 e la terza a febbraio. Staremo a vedere.

Lorenzo Zolfo