CONDIVIDI
Oraziana pilastro elettorale
Oraziana pilastro elettorale

Ginestra, 2013-11-05 – Con l’arrivo del brutto tempo, per gli automobilisti che devono raggiungere la città di Orazio ( e non sono pochi, basti citare i tanti insegnanti che ogni mattina partono da Potenza per raggiungere le scuole di Venosa) aumentano i pericoli. Viaggiano su una strada provinciale, più volte interessata da lavori di miglioramento, ridotta ad uno stato pietoso, buche, avvallamenti e cunette chiuse, costringono gli automobilisti a tenere sempre il piede sul freno della propria autovettura. Accanto a questa strada provinciale si sta costruendo una superstrada (di circa 20 km) a scorrimento veloce che da Rionero si collegherà con Venosa, i lavori partiti oltre 20 anni fa, sono stati completati per solo 6 km, da Rionero a Ripacandida. Sul tratto Ripacandida-Ginestra si stava (usiamo il condizionale visto che i lavori sono fermi da anni) costruendo una lunga galleria, che unirebbe i due centri. Su questa galleria, ultimata all’80%, sembra che abbiano trovato infiltrazioni d’acqua.

All’ingresso della galleria di Ripacandida, scorre a latere di questa galleria,da mesi dell’acqua. Di questa situazione sono stati informati autorità militari e comunali di Ripacandida.  I lavori intanto sono fermi! Nel tratto Ginestra-Venosa, ci sono tre cantieri, in nessuno di questi vi lavorano. Anzi, in uno di questi cantieri, è stato posto un blocco di cemento, sicuramente dall’impresa che vi lavorava fino a pochi mesi fa, quasi a significare….fine dei lavori! Nel cantiere più vicino a Venosa, per niente messo in sicurezza ( le prossime piogge sicuramente creerà dei problemi alla sottostante strada provinciale)alcune colonne di un costruendo viadotto, sono state trasformate in pubblicità elettorale per le prossime elezioni regionali.

Il Comune di Ginestra, interessato per ripresa dei lavori di questa strada, “nicchia!”. L’assessore provinciale alla viabilità in un servizio di Rai 3 Basilicata, all’inizio di settembre, intervistato, aveva detto che i lavori sarebbero ripresi a fine settembre. Siamo a novembre inoltrato, ma su questa Oraziana non si muove una…gru!

Lorenzo Zolfo