CONDIVIDI

Ginestra – Un 15 novembre 2016 da ricordare nel piccolo centro del Vulture. E’ stato inaugurato, dopo una decina di anni, un altro tratto dell’Oraziana, quello che dal territorio di Ginestra, vicino ex fabbrica Arquati, porta a circa 3 km da Venosa.

Per il suo completamento, dei13,7 km, mancano 2,7 km. “Entro il 31 dicembre 2016 sarà ultimato l’intero tratto” ha detto il presidente della Provincia di Potenza Nicola Valluzzi. Presenti, il vice presidente della Provincia,Raffaella Piarulli. Il presidente del consiglio regionale, Francesco Mollica, che ha visto nascere questa strada, ogni volta che da Venosa, raggiungeva Potenza per motivi di lavoro e di politica.

L’assessore regionale alle infrastrutture, Nicola Benedetto. I consiglieri regionali, Carmine Castelgrande e Gianni Leggieri del M5S.I Sindaci dei Comuni di Ripacandida, avv. Antonio Pace, Ginestra, Fiorella Pompa e di Venosa, dott.Tommaso Gammone. L’Ing. Angelo Cimini, progettista dell’intera strada e naturalmente l’impresa dei lavori.

A benedire l’arteria, padre Cesare Eremiti di Cerreto, amministratore della parrocchia san Nicola Vescovo di Ginestra che ha detto:”la mia presenza decennale ha recepito la difficoltà viaria di questo territorio.C’è tanto di biblico nella costruzione di una strada, quello di preparare la via per il Signore. Quel Signore che si degni di benedire tutti i presenti e chi lo invoca”.

Il presidente della Provincia, Valluzzi, ha detto: “ mancano 2,7 km al completamento della strada, 905 mt del 3° lotto e gli ultimi 1205 mt del tratto finale, dove l’impresa sta lavorando a ritmo battente. E’ un passo importante per mettere fine a questi lunghi lavori. Entro il 31 dicembre sarà aperto l’intera Oraziana. Non darò tempi supplementari, ma sarò perentorio.

Di questo tratto aperto sono stati finanziati 28 milioni di euro, 18 milioni di euro, i lavori eseguiti. E’ stato il tratto che ci ha dato più problemi con 900 giorni di sospensione dei lavori. Questo è stato il tratto più impervio e tortuoso. Sono moderatamente soddisfatto, per il fatto che le imprese sono tutte lucane.

Siamo arrivati ad aprire 11 km, dei 13,5 previsti.Siamo alla fine e dobbiamo mantenere tutti gli impegni presi. La giornata di oggi non è celebrativa, ma la consegna di una importante arteria. Ringrazio gli amministratori, le imprese, i funzionari ed i collaudatori” Francesco Mollica, presidente del consiglio regionale di Venosa, ha visto nascere questa strada e ci ha messo anche del suo quando occupava l’assessorato alle infrastrutture: “ Aprire anche se con piccolo ritardo il quarto lotto /primo stralcio rende meno pesante il disagio che i cittadini hanno sofferto sulla realizzazione di questa strada.

Le infrastrutture che si aprono e si rendono fruibili incidono sulla qualità della vita dei cittadini e chi come me sin da quando, assessore regionale ai lavori pubblici , avendo affisso nella mia stanza il progetto di questa strada per ricordarsi che bisognava realizzarla sa che i tentativi e lo sforzo per riuscirvi devono essere sempre conseguiti anche quando potrebbe arrivare lo sconforto.

Adesso il sindaco di Venosa deve portare in consiglio l’approvazione del 5° lotto almeno il secondo stralcio che collega Venosa alla bradanica perché l’opera deve essere completata e non rimanere una incompiuta”. Presente l’ing. Progettista dell’Oraziana, Angelo Cimini ha ricordato Emilio Colombo: “ oggi ricordo con tristezza, quando il Presidente Emilio Colombo, nel lontano 1985, mi chiamava per sollecitarmi la realizzazione della procedura del progetto.

L’Oraziana è stata un’opera non facile, realizzata su terreni non facili”. Una insegnante di Ripacandida, Teresa T., lavorava a Venosa, è andata in pensione, ma non ha avuto l’onore di viaggiare su questa strada: “ho visto solo l’inizio dei lavori, viaggiando su strade con buche,neve e ghiaccio. Non vedo l’ora della sua ultimazione!”.

La prima autovettura che è transitata su questo nuovo tratto aperto è stato alle 13,15, era un residente di Ginestra, di ritorno da Venosa. Un buffet finale offerto dall’impresa dei lavori ha concluso questa indimenticabile giornata.