CONDIVIDI

Ginestra, 2013-06-16 – Il 15 giugno il piccolo centro arbereshe, di poco più di 700 abitanti, è stato all’attenzione internazionale. La Prof. Judy Raggi-Moore (Emory Universita, Dipartimento di Studi Italiani) e 40 studenti della Emory Universita (Atlanta, Georgia, Stati Uniti) nell’ambito del progetto interdisciplinare “Italian and Medical Humanities” sono giunti a Ginestra per conoscere la storia Arbëreshë e le tradizioni mediche della regione. Il Programma di studi italiano, che da 27 anni, questa università attua con visita in Italia, offre agli studenti un’immersione autentica, unica e molto intensa nella cultura italiana, la letteratura, l’arte, la storia, la religione e attualità. Ideatrice di questa visita a Ginestra, la prof.ssa Cassandra Quave, docente di Etnobotanica presso l’Emory Universita, centro per lo studio della salute umana.

La dott Cassandra Quave tiene la lezione sulla piante medicinali
La dott Cassandra Quave tiene la lezione sulla piante medicinali

La prof.ssa Quave è già stata più volte a Ginestra dove alcuni anni fa ha pubblicato e presentato un libro dal titolo: “Medicina popolare del Vulture” che fornisce informazioni, dopo anni di studio effettuato nel centro arbereshe sui meccanismi della trasmissione della conoscenza tradizionale tra generazioni, riguardanti la ricerca etnobotanica e quella etnomedica di quest’area del sud Italia unica per la presenza di due culture: quella italiana e quella etnica albanese (Arbereshe). La prof.ssa Quave, avvicinata, in un accento italiano abbastanza preciso (ha sposato un cittadino di Ginestra) ha spiegato i dettagli di questo progetto: “ Questo programma insegna agli studenti ad esplorare i vari percorsi di comunicazione con gli “altri” in ultima analisi, dando loro un ben migliore senso di sé. Questo programma offre uno studio interdisciplinare dell’Italia attraverso i secoli, incorporando le prospettive di studi interdisciplinari culturali italiani, e Medical Humanities, con la partecipazione straordinaria di docenti della Scuola Emory Etico, Facoltà di Medicina e Centro per il Controllo delle Malattie.

Ginestra è un Comune di origine Arbëreshë fondato nella seconda metà del XV secolo, paese ancora oggi tipicamente rurale, per anni la sua attività prevalente è stata quella agro-pastorale”. Gli studenti in visita e i docenti sono stati ospitati dall’amministrazione comunale (presente il Sindaco dott. Giuseppe Pepice ed il vice Sindaco, Fiorella Pompa) ,dallo Sportello Linguistico (dott.ssa Antonietta Perrotta) e dalla Pro-Loco (presidente Massimo Summa). Ospiti anche il Sindaco di Ripacandida, dott. Remollino ed il direttore di BasilicArbereshe, prof. Donato Mazzeo.

Vigneto famiglia Caputo2
Vigneto famiglia Caputo

Gli studenti hanno iniziato la giornata con una visita ad un vigneto della famiglia Caputo, dove hanno conosciuto i cibi locali selvatici (liakra), piante medicinali, e le piante alimentari coltivate. Renato, della famiglia Caputo, ha tenuto una lezione sul tartufo con lezioni pratiche ed utilizzo dei cani.Dopo la lezione sulle piante locali tenuta dalla prof. Quave, gli studenti sono stati informati, visitando la chiesa madre di San Nicola Vescovo, sulla storia Arbëreshë ed in piazza A.Raffaele Ciriello, hanno degustato i cibi tradizionali di Ginestra nel Borgo dei Sapori. Il programma ha incluso anche dimostrazioni nella Bottega del Grano, Bottega dei Pastori, Bottega dell’Olio e delle Erbe, e Bottega del Vino. Il borgo dei sapori è un museo all’interno del nucleo storico del comune costituito da una rete di edifici che ospitano le diverse fasi della gastronomia locale e della trasformazione agroalimentare. L’idea è stata quella di riproporre, nel quadro di un paesaggio rurale e silenzioso, custode di uno stile di vita tradizionale, la ricerca dei sapore tipici che si basano sulla unicità dei prodotti della terra di Ginestra unitamente alla storia gastronomica del centro.

Lezione pratica di produzione del formaggio2
Lezione pratica di produzione del formaggio

La prof.ssa Domenica Amato, docente di italiano e francese, entusiasta di questa visita, ha riferito: “avete conservato la storia e le tradizioni del passato in modo mirabile, da noi non succede così. L’intento delle nostre uscite didattiche in Italia è quello di scoprire la diversità tra regioni, compresa l’economia. Non siamo come i turisti, ma raccogliamo notizie sulle tradizioni per farne tesoro e migliorare la qualità della vita”. Andrew Remission, dopo gli studi classici e matematici all’Emory Università, è diventato assistente alla stessa università, di questa esperienza a Ginestra, ha detto: “pur proveniente da una famiglia che hanno a che fare con aziende agricole, non ho mai capito l’uso e l’utilità dei cibi tradizionali e di piante medicinali. In questo piccolo paese, meraviglioso, ho appreso con lezioni pratiche, notizie conosciute solo attraverso i libri”.

 Lorenzo Zolfo