CONDIVIDI

materamarkusMatera – La musica e le canzoni, quelle pensate e scritte proprio per i bambini, sono state protagoniste di un incontro di culture e di costruzione del percorso di cittadinanza europea. E’ accaduto ieri nella scuola primaria del borgo La Martella, dove la sensibilità a questi temi del dirigente scolastico del V Circolo “Padre Giovanni Semeria” il professore Gerardo Pietro Desiante e della insegnante Gelsomina Delorenzo, hanno permesso di realizzare un incontro fra gli alunni di una classe di V elementare e gli artisti finlandesi Markus Lampela e Kyösti Salmijärvi.
Markus Lampela e Kyösti Salmijärvi, che hanno soggiornato a Matera nell’abito del progetto di residenza per artisti realizzato dalla Fondazione Sassi, sono autentiche celebrità in Finlandia. Insegnanti della scuola d’infanzia e musicisti, hanno formato il duo Soiva Siili (La musica del riccio). Le canzoni che hanno scritto e che interpretano sono famosissime fra i bambini finlandesi e la qualità del loro progetto musicale gli è valso, il 20 novembre 2014, il Premio di Stato cultura per l’infanzia in Finlandia. Supportati dalla Fondazione Sassi, Markus e Kyösti hanno voluto incontrare alcuni alunni di Matera. Preparati dalla loro insegnante di italiano e musica, Gelsomina Delorenzo, i piccoli alunni di La Martella hanno accolto con calore i due artisti finlandesi. Le canzoni sono state il linguaggio internazionale per rompere il ghiaccio, ma i bambini non hanno fatto mancare tantissime domande, aiutati in questo dalla presenza di altri due artisti l’attore Antti Kaarlela che parla correntemente l’italiano, e il coreografo Antti Kairakari.  Curiosi di conoscere tradizioni e usanze a loro non consuete, gli alunni hanno chiesto perché i finlandesi si tolgono le scarpe in casa e a scuola. Hanno voluto conoscere le parole finlandesi di saluto (ciao – hei; benvenuti – tervetuloa; grazie – kiitos) e si sono stupiti nell’apprendere che i finlandesi hanno nove vocali contro le nostre cinque. Fra tante domande, molto spazio è stato dato alle canzoni che i bambini hanno intonato insieme ai due musicisti. Canzoni, quelle di Markus e Kyösti, che hanno permesso agli alunni di La Martella di imparare, seguendo la melodia, come si chiamano in finlandese i numeri o i nomi degli animali, perché cantare è uno dei tanti modi per imparare a conoscere una lingua tanto differente dalla nostra e un Paese che come hanno spiegato i bambini: “la Finlandia è quella nazione che si trova in alto sulla carta geografica, molto più su dell’Italia”. In chiusura dell’incontro, Markus e Kyösti hanno regalato ai bambini l’anteprima di una canzone scritta durante il loro soggiorno nella città dei Sassi: Le scale di Matera. Per questa canzone Antti Kaarlela e Antti Kairakari hanno realizzato un video che sarà trasmesso alla televisione di Stato finlandese: Yleisradio Oy (Yle).

La Residenza per artisti finlandesi a Matera.

La città dei Sassi dall’agosto del 2012 è sede di una Residenza per artisti finlandesi. Un progetto di interazione e scambio culturale, reso possibile dalla Fondazione Sassi di Matera che ha stipulato una convenzione con la Commissione artistica delle regioni finniche di Oulu e Kainuu. Con tale atto la Fondazione Sassi ha messo a disposizione per 4 anni un immobile per svolgere attività nel campo dell’arte. Tale protocollo rafforza il percorso di “gemellaggio” fra la regione finnica di Oulu e la città dei Sassi. L’immobile della Fondazione Sassi, sito a pochi metri dalla Casa Cava,nel Sasso Barisano aggiunge valore a questi soggiorni, permettendo agli ospiti finlandesi di vivere nel contesto unico degli antichi rioni in tufo. Ed è dall’agosto del 2012 che lo stabile ospita a più riprese artisti che giungono dalla Finlandia per compiere a Matera percorsi conoscitivi della cultura e della realtà lucana.
Fra gli ospiti della Residenza per artisti finlandesi, nel gennaio 2012, vi è stata il Premio finlandese per l’Arte 2012: Anna-Kaisa Lake che ha contribuito alla promozione delle arti circensi nel nord della Finlandia. La docente di pianoforte e musicista, Tiina Vilmusenaho, nel febbraio 2012 ha soggiornato a Matera, dove ha intessuto durevoli contatti con il Conservatorio di musica “Egidio Romualdo Duni”. Al Conservatorio ha condotto ricerche su partiture di Raffaele Gervasio e di altri musicisti italiani.

La Residenza di Matera ha in questi anni ha ospitato anche pittori (Jussi e Mari Jäälinoja e il Premio per l’Arte 2010 Marju Kaltila), danzatori come Pirjo Yli-Maunula che nella città dei Sassi ha realizzato la coreografia dello spettacolo “Scars – Breaking The Barriers of Intimacy” poi presentato a Helsinki. Ancora: i quattro artisti che dal 1 al 10 agosto 2013 hanno allestito, nella galleria dell’artista materano Donato Rizzi, la mostra “Matera – Finlandia, incontri d’arte. Numero 1”: la poetessa Kaisa Halmkorona, i pittori Marianne Lukkarinen e Juho Raunio e il fumettista Mikko Jylhä.
Fra gli ospiti anche la fotografa Anni Kinnunen che, avendo vissuto durante il suo soggiorno materano la tragedia del crollo avvenuto l’11 gennaio scorso in vico Piave, ha aderito al progetto benefico “Artisti per vico Piave” donando un suo scatto per l’asta che si è svolta il 1 marzo 2014. Anni Kinnunen, in un intervista alla Tgr Basilicata, ha dichiarato: “Matera è una città che mi ha dato molto in rapporti umani e in bellezza del paesaggio. Questa mia partecipazione, all’Asta di solidarietà per vico Piave, è il mio modo per ringraziare la città e i cittadini di Matera”. Sebbene siano una presenza discreta nella città, gli artisti finlandesi hanno stretto a Matera importanti legami non solo con gli esponenti della cultura ma anche con i semplici cittadini, con coloro che li aiutano, nonostante le difficoltà di confronto con un idioma straniero, a orientarsi nella città.