CONDIVIDI

Potenza – Ha avuto luogo a Melfi, in una sala gremita di lavoratori, dirigenti sindacali, autorità ed esponenti politici e del mondo industriale, il primo storico Congresso macroregionale FISMIC di Puglia e Basilicata, che segna il corso del Sindacato autonomo dei metalmeccanici e delle industrie collegate aderente alla Confsal per i prossimi cinque anni.

Il Congresso ha ratificato il voto delle Primarie che aveva indicato Antonio Zenga, sindacalista di spessore, già Segretario Generale della Basilicata e coordinatore della Puglia, alla guida della FISMIC in Puglia e Basilicata, come ulteriore esempio dell’attenzione della Segreteria nazionale a questi territori di grande fermento sindacale e di ottimi risultati per la sigla FISMIC.

12 Congresso FISMIC
12.esimo Congresso FISMIC

In Segreteria nella Macroregione ci saranno anche i segretari eletti dei sette territori che fanno parte della nuova compagine FISMIC: da Melfi Pasquale Capocasale, Gerardo De Grazia, segretario di Potenza, il segretario di Foggia Giuseppe Danza, Davide Sciurti di Brindisi, Giovanni Morga di Bari, Nicola Fenuta di Taranto e Marco Viola di Lecce, oltre all’aggiunta del dirigente sindacale Vincenzo Mauriello, che coordinerà la sede di Foggia per i lavoratori di Melfi.

“La Macroregione Puglia Basilicata è un esperimento per noi – spiega il Segretario Generale FISMIC Roberto Di Maulo – non un ulteriore paletto burocratico ma una opportunità di essere più vicini ai territori, ai lavoratori e alle fabbriche, che sono i veri luoghi dove si fa il sindacato. Se andrà bene, come sono certo che sia, lo riproporremo anche in altre regioni”.

Per Antonio Zenga, confermato alla guida di due territori che ben conosce da oltre trent’anni: “Dalla Puglia e della Basilicata dobbiamo lavorare per contrastare la crisi: la nostra è una responsabilità globale.

La contrattazione collettiva è il principale strumento politico del sindacato ma il protagonismo del territorio e delle comunità locali devono trovare il necessario spazio e noi lavoreremo su questo. Ci aspetta una stagione di impegno e di programmazione dello sviluppo del territorio, sempre propositivi a favore del lavoro e dei lavoratori”.