CONDIVIDI

Si svolgerà il prossimo 5 Febbraio, l’Assemblea Nazionale dei delegati Rsa ed Rsu della Fismic Confsal del Sud. Gli oltre 700 rappresentanti sindacali della Fismic si divideranno tra Torino, Roma e Candela (Fg) per discutere del futuro dell’organizzazione con il Segretario Generale Roberto Di Maulo. Proprio in Puglia, presso l’Incubatore di Impresa di Candela, si riuniranno i delegati di Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia: circa 200 partecipanti. In Basilicata la Fismic è la prima organizzazione sindacale per numero di iscritti e di delegati ed è presente in tutte le aziende lucane.

fismicQuesti eventi rappresentano l’avvio della fase congressuale della Fismic che si annuncia di grande cambiamento e rinnovamento e sarà basata su un criterio elettorale totalmente rivoluzionario ed innovativo: infatti le primarie saranno svolte fra tutti gli iscritti con voto segreto.

La Fismic è il primo sindacato in Italia che utilizza questo modo innovativo per rinnovare il proprio gruppo dirigente, con grande spazio ai delegati e alle delegate dei luoghi di lavoro che rappresentano il fulcro dell’iniziativa sindacale dell’Organizzazione Sindacale Autonoma. Per Roberto Di Maulo, Segretario Generale Fismic: “La Fismic sta sviluppando un grande sforzo per la formazione sindacale dei nostri quadri di base, per permettere loro di meglio operare nei luoghi di lavoro e individuare il futuro gruppo dirigente della Fismic. Vogliamo rinnovare realmente e, per farlo, abbiamo pensato che lo strumento delle primarie sia quello che permette a tutti di poter competere. Ci auguriamo che anche gli altri sindacati seguano il nostro esempio coraggioso, chiudendo con la pratica della cooptazione eterna”.

Si discuterà inoltre anche del previsto incontro del prossimo 25 marzo con l’Amministratore Delegato di Fca Sergio Marchionne, che farà il punto sulle integrazioni al piano industriale già annunciate in occasione del recente consiglio di amministrazione. In particolare, dal mese di marzo dovrebbe essere prevista la messa a regime della produzione della Giulia a Cassino e della Levante a Mirafiori, completando il rientro dalla cassa integrazione per gran parte dei lavoratori Fca che ancora stanno soffrendo la pesantezza di questo ammortizzatore sociale. Sono già in corso i rientri attraverso processo formativo di molti lavoratori e molti altri abbandoneranno la cassa integrazione per riabbracciare il lavoro, nelle prossime settimane.

Infine, l’Assemblea dei Delegati sarà anche l’occasione per soffermarsi sullo stato delle trattative con Federmeccanica per il rinnovamento del Ccnl e con Finmeccanica per le nuove regole contrattuali della One Company.