CONDIVIDI

Potenza – Match senza storia, quello disputatosi ieri presso l’impianto di Via delle Medaglie Olimpiche tra CUS Potenza Rugby e il Panthers Rugby Team di Modugno, dove i nero verdi si sono imposti con il risultato di 84 a 9, mettendo a segno ben 14 mete e esprimendo un gioco fluido e dinamico in tutti i reparti. Terza vittoria consecutiva per Lotito e compagni che così, toccano un altro record storico, quello dei 15 risultati utili consecutivi, tenendo conto dello scorso campionato..

Cus Potenza
Cus Potenza

La partita inizia subito in discesa per i leoni che dopo nemmeno due minuti vanno in meta con Lotito G. e sin da subito si capisce che partita sarà. Il CUS domina in tutte le fasi, sia statiche che dinamiche e non dà opportunità ad un volenteroso Panthers di poter esprime il suo gioco. Mischia e touche dominanti, una difesa asfissiante e un attacco capace di dare grattacapi alla difesa ospite, sono tutte le componenti che portano in meta, dopo quelle iniziale di Lotito G., nel corso del primo tempo, Esposito per ben due volte all’8’ e al 10’; capitan Lotito V. al 15’; due minuti più tardi Grippa; alla mezz’ora nuovamente Lotito G., seguito dopo soli 3 minuti da De Rosa ed a 5 minuti dalla fine da Pergola; i Panthers hanno il merito di mettere comunque in difficoltà il CUS e si procurano due punizioni al 28’ e allo scadere della prima frazione di gioco che fissano il punteggio del primo tempo sul 50 a 3.

Nell’intervallo coach Passarella opera tutti i cambi a sua disposizione, per poter dar modo a tutti di poter giocare, fare esperienza e mettere minuti importanti nelle gambe e la musica non cambia. I secondi 40’ minuti sono un monologo nero verde che, nonostante il risultato acquisito, continua ad attaccare a testa bassa, rispettando sempre, come il rugby insegna, l’avversario. Nel secondo tempo vanno in meta: Lotito G. per la terza volta al 42’; al 45’ tocca a Di Melfi, al 50’ il giovane mediano di mischia Giordano, al suo primo campionato in Serie C e neo universitario UNIBAS, al 60’ e al 68’ nuovamente Di Melfi ed infine al 73’ nuovamente De Rosa. Come nel primo tempo i Panthers hanno il merito di conquistarsi, nel corso del secondo tempo, un penalty che ben indirizzano tra i pali e che fissa il punteggio finale sull’84 a 9.

“E’ stata una partita mai in discussione – ha dichiarato coach Giovanni Passarella – Ho chiesto ai miei ragazzi di dare il massimo e di mettere sul campo grinta, determinazione e voglia di lottare ed oggi non hanno tradito le attese. Siamo stati dominanti in tutti i reparti ed il gioco espresso mi fa ben sperare per il prosieguo del campionato. Onore e merito, infine, ai Panthers che si sono battuti per tutti gli 80 minuti non arrendendosi mai incarnando perfettamente lo spirito del Rugby.”

Prossimo impegno per i leoni potentini e per tutti i suoi calorosi fan, a partire dalla BCC di Laurenza e Nova Siri, sarà domenica prossima 22 novembre sempre tra le mura amiche del Campo Scuola di Macchia Romana, quando affronteranno la temibile formazione della Contabilo Murgia Rugby.

Questo il Potenza sceso in campo:

Mussuto* (1) – Becce (2) – Esposito (3) – Marsico (4) – Sampogna (5) – Rado (6) – Di Melfi (8) – De Rosa (7) – Giordano (9) – Lotito V. (cap) (10) – Grippa (11) – Ligrani (12) – Pergola S. (13) – Scavone (14) – Lotito G. (15)
A disposizione: Lombardi M. (16), Basilio F. (17), Mastrangelo (18), Basilio P. (19), Falanga (20), Lombardi A. (21), Giosa (22).
*esordiente

Risultati e classifica dopo la quarta giornata:
Granata – Draghi BAT: 15-9 (2-0)
Panthers Modugno – CUS Potenza Rugby: 9-84 (0-14)
Murgia Rugby – Salento Rugby: 8-6 (1-0)
Riposano: Messapica Rugby e Omnia Bitonto

CUS Potenza: 9 pt. (pen. -4)
Salento Rugby: 8 pt. (pen. -4)
Rugby Club Granata: 5 pt. (pen. -4)
Messapica Rugby: 5 pt.
Murgia XV Rugby: 5 pt. (pen. -4)
Omnia Bitonto: 2 pt. (pen. -4)
Draghi BAT: 1 pt. (pen. -4)
Panthers Modugno: 0 pt.
Ufficio Stampa
CUS Potenza Rugby ASD