CONDIVIDI

Filiano – «Immaginare di mettere insieme la spontaneità e la curiosità di bambini e ragazzi della scuola dell’obbligo del proprio paese con le capacità e l’esperienza della gente di Pro Loco Filiano; immaginare il presidente Pro Loco che racconta la storia del suo paese a dei ragazzini che in quel paese vivono ma di cui, forse, poco sanno; immaginare che il racconto non sia fatto solo in aula, ma che l’aula diventi la sede della Pro Loco. Dopo avere “immaginato” aprire gli occhi e ragionare un attimo: spesso ci si dimentica di questa fetta di concittadini, che invece sono, al di là di qualsiasi retorica, il nostro futuro anche nella Pro Loco. Da qui – spiega Vito Sabia, ideatore e curatore dell’iniziativa – è nata l’idea di “mandare la Pro Loco a scuola”».

La Pro Loco a scuola” è un progetto promosso dalla Pro Loco di Filiano, con il patrocinio del Comune di Filiano e dell’Unpli Basilicata, con l’intento di intraprendere un percorso per un corretto modo di fare “cultura” nel territorio veicolando le conoscenze da chi ne è in possesso a chi ha il diritto di “sapere” per crescere come cittadino.

Il progetto è nato quindi con il duplice scopo di far conoscere la Pro Loco ai giovani frequentanti la scuola dell’obbligo del territorio di Filiano e far conoscere agli studenti, tramite la Pro Loco, la storia culturale (arte e tradizioni e beni culturali) sempre del territorio di Filiano.

Il progetto si è sviluppato in due incontri realizzati dalla Pro Loco Filiano per l’Istituto comprensivo “Federico II di Svevia” Avigliano Frazioni-Filiano, dai bambini della primaria fino ai ragazzi della terza media. Incontri molto costruttivi e vivaci, i cui partecipanti hanno posto molte domande ai relatori.

Nel primo incontro – tenutosi il 4 maggio – il prof. Giovanni B. Bochicchio ha narrato la storia di Filiano attraverso le tradizioni, costumi, usi, luoghi. Inquadrate nel contesto storico e sociale, ha ripercorso le vicende salienti della vita del paese e del periodo che va dall’inizio dell’Ottocento ad oggi.

Il secondo incontro – tenutosi l’11 maggio – ha visto la volontaria di Servizio Civile Unpli Francesca Pace parlare di “Cos’è e cosa fa una Pro Loco?” mentre la volontaria Donatella Oppido ha relazionato ampiamente su “Le Pitture rupestri di Tuppo dei Sassi-Riparo Ranaldi-Filiano”.

In ambedue gli incontri è stato proiettato il video “Filiano, ieri ed oggi”, panoramica di foto su Filiano dal 1940 ad oggi, commentate da Vito Sabia, e alla fine è stato consegnato agli alunni una copia del volume “Filiano e la sua storia”, omaggio della Pro Loco di Filiano.

Una scelta precisa – dichiara il presidente della Pro Loco Filiano, Vito Filippi – quella di collaborare, in forma completamente gratuita, con la scuola, in un’ottica di servizio e di scambio, mettendo in campo le competenze e la conoscenza del territorio, elementi fondanti delle Pro Loco e fiore all’occhiello della Pro Loco Filiano”.