CONDIVIDI

Filiano – Una serata con protagonisti indiscussi giovani talenti lucani e la musica inedita, quella di domenica 13 marzo a Filiano. Nel Centro sociale “Prof. Giuseppe Lorusso” di Filiano, gremito di pubblico, si sono esibiti i Kaotic Soul che hanno presentato il loro EP “Numero Primo”. Cosa può spingere un gruppo di ragazzi, amanti della musica, a mettersi in gioco e a scrivere brani propri? La ricerca del successo? La volontà di arricchirsi? Ascoltandoli dal vivo e dall’EP emerge una grande e sana voglia di fare musica nel senso più completo e ampio del termine.

I Kaotic Souls sono una band lucana formatisi nel 2012. Con il video di “Vi mando una foto”, primo singolo in assoluto per loro, che subito li fa notare su youtube e sul web in generale, il sestetto comincia a raccogliere i primi consensi, da più parti, positivi e lusinghieri. Articoli sui giornali locali e interviste radio cominciano a far conoscere il gruppo al pubblico che tramite facebook poi lavora per interfacciarsi con un numero sempre maggiore di sostenitori. I Kaotic Souls si affidano alla produzione artistica di Chris Lapolla, produttore, fonico e arrangiatore che vanta collaborazioni con vari artisti lucani e anche con artisti internazionali. Dopo aver maturato un’adeguata esperienza live si dedicano agli inizi del 2015 ad un loro progetto inedito. In seguito ad una lunga genesi pubblicano a gennaio 2016 il loro EP “Numero Primo” composto interamente da brani inediti. A febbraio 2016 partecipano al progetto Sanremo Sol, la prima porta vetrina del Festival nella città dei fiori in terra ligure, e vengono apprezzati per il loro stile innovativo.

kaotic souls
kaotic souls

La band è composta da sei giovani ragazzi di Filiano, Dragonetti, Rionero in V. e Frusci: Simone Pannullo (voce e computer programming), Pasquale Grieco (chitarra), Fabio Pace (chitarra e voce), Nicola Napolitano (drum), Vincenzo De Fabrizio (basso) e Antonio Zaccagnino (keyboard- synth).
“Il nome – spiega Antonio Zaccagnino – nasce dal nostro stile innovativo e imprevedibile, che esprime il nostro carattere esuberante. La nostra band mira ad affascinare il pubblico esprimendo una colorata musicalità che spazia dall’hard rock all’elettronica”.

Il cantante del gruppo, Simone Pannullo, rivela che “Il progetto Kaotic Souls nasce grazie ad una propria e peculiare concezione originale della musica. Il primo obiettivo dei Kaotic Souls è guardare la musica come un mezzo di comunicazione. Un mezzo che permette di esprimersi in modo semplice, diretto, che arriva dritto al punto ed è universale”.

Vincenzo De Fabrizio spiega: “Abbiamo deciso di fare musica perché lei ci permette di esprimere a pieno noi stessi, ci rende più liberi e più sereni, ci allontana dalle comuni e monotone vicende quotidiane e ci permette di evadere. Potevamo fare solo cover ma abbiamo deciso di realizzare anche dei brani nostri proprio per poter esprimere non solo a parole ma soprattutto con la musica, sentimenti, impressioni, stati d’animo e anche vicende personali. Il nostro obbiettivo è senza dubbio continuare il nostro cammino, fare musica anche ad un certo livello continuando a produrre brani marchiati Kaotic Souls”.
Il loro sogno? Fabio Pace confessa: “Riuscire ad arrivare alla gente, anche solo attraverso piccoli brividi di piacere”.
L’EP “Numero primo” esprime le varie sfaccettature di uno stile che unisce rock, elettronica, pop a testi mai banali. Il suono è originale, ricercato e aderente allo stile della band. Dichiara Pasquale Grieco: “Le nostre canzoni nascono in modo spontaneo. Non c’è una prassi, ma sono il risultato delle nostre esperienze di vita”.
«Non lo senti questo freddo, questo freddo intorno a me, il rumore della gente, vola via, mentre vivo in caduta libera, in caduta libera». «E noi siamo sempre qui, chiusi in queste quattro mura, per rendere il nostro spettacolo sempre migliore, sempre unico».
I Kaotic Souls hanno le idee chiare e puntano in alto. La band sta preparando dei live per la Lucania e fuori dai confini regionali. Hanno le potenzialità e la voglia di fare per arrivare a grandi risultati. “Ci auguriamo di tornare presto a Sanremo… – l’auspicio di Nicola Napolitano – Ma questa volta, puntiamo al palco dell’Ariston!”
L’incontro – curato da Vito Sabia e promosso dalla Pro Loco di Filiano con il patrocinio del Comune di Filiano – è stato moderato dalla conduttrice Elisa Casaletto e ha visto la partecipazione di Vito Filippi, Presidente della Pro Loco di Filiano, Francesco Santoro, Sindaco di Filiano, Giuseppe Sileo, docente di musica, e Donato Lorusso, manager Euro Cast Eventi.
“L’iniziativa di domenica – spiega il presidente della Pro Loco, Vito Filippi – nasce dall’attenzione che la Pro Loco di Filiano ha sempre mostrato verso gli artisti locali e regionali, e che ha dato vita alla nostra kermesse musicale estiva “Filiano Music Live”, che rappresenta una importante vetrina per coloro che voglio esprimere la loro vena musicale e dar prova della loro professionalità”.