CONDIVIDI

la_testa_nel_pallone_14giugno2014_locandinaFiliano (PZ), 06/12/2014 – Sport e valori. Sport e giovani. Sport ed educazione. Tanti risvolti, un’unica sostanza: la funzione educativa dello sport. Fatta di impegno e di sudore, di relazioni e di spazi da rispettare. Condita di sogni, aspettative, curiosità, desideri. Di questo, e non solo, si parlerà a Filiano, presso il Centro sociale, nella serata di sabato 14 giugno 2014, con inizio alle ore 18:00.Generalmente, tutti siamo poco abituati ad osservare l’evento sportivo dal punto di vista educativo. Lo sport inteso in questo modo invece, concorre alla formazione di una personalità armonica ed equilibrata, che pone le basi per un’apertura a valori più alti quali la cultura, la partecipazione sociale e la ricerca di significati che vanno oltre gli aspetti materiali e quotidiani della vita.

“Il valore educativo dello sport. Le storie sportive più importanti dei risultati” è il titolo dato all’incontro organizzato dall’Associazione Pro Loco di Filiano e dalla Scuola Calcio U.S.D. Vitalba Filiano. A parlarne saranno Giovanni Romaniello, presidente U.S.D. Vitalba Filiano, Luciano Colucci, dirigente-allenatore Scuola Calcio U.S.D. Vitalba Filiano, e Giuliano Grieco, calciatore Trapani Calcio. Di particolare importanza l’intervento di Maria Teresa Travascio, arbitro A.I.A. della sez. di Moliterno: lo sport è un momento importante di educazione e di formazione perché toglie i ragazzini dalle varie devianze, e gli arbitri sono lì per svolgere un servizio e per dare un esempio.

Presenta e modera l’incontro Vito Sabia della Pro Loco di Filiano. Porteranno il loro saluto il presidente della Pro Loco Filiano, Vito Filippi, e il sindaco di Filiano, Giuseppe Nella. Le conclusioni saranno affidate al presidente del Comitato Regionale di Basilicata LND-FIGC, Piero Rinaldi.

È sempre più difficile trovare esempi, racconti e emozioni che ci parlino di sport, fatica, grinta, corsa e sudore. È sempre più difficile soprattutto rintracciare storie di valore nel calcio professionistico. Forse, è necessario ritornare a parlare di calcio giovanile, di calcio di periferia, di storie di calcio che si svolgono lontane dai riflettori. “Penso – dichiara Vito Sabia che ha curato l’iniziativa – che il valore del calcio risiede in alcune storie”. Durante la serata sarà presentato il libro “La testa nel pallone. Il calcio in Avigliano tra cronaca e storia” che racchiude tutta una vita, quella dell’autore del volume Francesco Bochicchio, dedicata al calcio e narra le vicende sportive di un’intera comunità. L’autore sarà presente con la sua illuminante testimonianza.

L’incontro – patrocinato dal Comune di Filiano, dal Comitato Regionale Basilicata della FIGC-L.N.D. e dal Comitato UNPLI di Basilicata – vedrà la partecipazione degli allievi della Scuola Calcio U.S.D. Vitalba Filiano.