CONDIVIDI

Filiano – Sono 32, distribuiti in tutta la regione Basilicata, i ragazzi e ragazze attualmente impegnati nello svolgimento del Servizio civile UNPLI e molti di loro erano sabato 13 febbraio al Centro sociale di Filiano all’incontro “Il Servizio civile in Pro Loco”, promosso dalla Pro Loco di Filiano e dall’UNPLI Basilicata. L’incontro del Servizio civile Unpli, sottotitolato “Il valore del Servizio Civile per i territori e le comunità”, è stato un momento di confronto e condivisione dell’impegno che tutti i volontari delle Pro Loco lucane stanno spendendo nella realizzazione del progetto “Basilicata: le vie del sacro”.

servizio civile proloco“Obiettivo principale di questo incontro è quello di conoscere la realtà dei volontari di Servizio civile Unpli “dall’interno”, attraverso le parole con cui essi stessi descrivono la propria esperienza, per capire come questa figura sta evolvendo nel corso degli anni e come i progetti di servizio vanno a qualificare le attività delle Pro Loco e permettono di realizzare servizi innovativi per rispondere alle esigenze dell’intera collettività” ha evidenziato Vito Sabia – in qualità di operatore locale di progetto – nell’introdurre l’incontro,

La volontaria della Pro Loco Filiano, Donatella Oppido, nel presentare cos’è una Pro Loco e di cosa si occupa, ha sottolineato che “Le Pro Loco d’Italia sono vere sentinelle della cultura e dei valori del nostro popolo, profondamente radicate nella provincia Italiana in cui prevalentemente operano”; mentre la volontaria Francesca Pace illustrando il Servizio Civile Nazionale ha precisato che “Per chi lo vede e lo sente dall’esterno, il Servizio Civile non viene rappresentato nella sua completezza e, se vogliamo, nella sua bellezza”.

L’aspetto più interessante dell’incontro è stato il conoscere che cosa è per i volontari il Servizio civile e che cosa trasmette: i volontari Jenny Duca (Pro Loco Barile), Gabriele Gilio (Pro Loco Ripacandida) e Ersilia Sinisgalli (Pro Loco Gallicchio) – attraverso le loro intense testimonianze – hanno evidenziato l’importanza dell’anno di volontariato per la loro formazione personale e professionale, tenendo anche a sottolineare che un anno di servizio è sicuramente qualcosa che cambia la persona, non è assolutamente un periodo in cui si “batte la fiacca”, le 1400 ore annuali, ovvero una trentina alla settimana, sono un impegno davvero notevole”.

servizio-civile-in-proloco_03“Abbiamo accolto con entusiasmo – ha detto il vicepresidente dell’Unpli Basilicata, Nicola Summa – l’idea della Pro Loco Filiano di realizzare questo incontro. I nostri volontari sono ben lieti di raccontare l’importanza di formazione e crescita personale di cui sono protagonisti”.

“L’UNPLI grazie al proficuo impegno dei sui dirigenti e delle oltre 6000 Pro Loco italiane è il secondo ente in Italia per la gestione di Volontari del Servizio Civile, – ha detto il Consigliere nazionale Unpli Giuseppe Gallo – consentendo ai giovani di uscire dal confine del proprio mondo personale e di sperimentarsi in realtà nuove, utili agli altri e a sé stessi. Un modo per formarsi, crescere e avvicinarsi al mondo del lavoro”.

Concludendo l’incontro, il Responsabile del Servizio civile UNPLI Basilicata, Vincenzo Spina, ha confermato come “I giovani, operando a fianco dell’UNPLI, negli anni hanno effettuato ricerche sulle abitudini, il folklore e le tradizioni legate al passato, oltre che sul patrimonio immateriale, artistico e architettonico, in funzione di una prospettiva conoscitiva, conservativa, turistico-culturale”. Continuando “Effettuando il Servizio Civile nelle nostre Pro Loco, i volontari affrontano un viaggio che gli permetterà di “portare a casa“ ciò che hanno visto, conosciuto, vissuto, imparato, per poi metterlo a frutto. Siamo profondamente convinti che, anche grazie ai giovani volontari, il nostro Paese stia cambiando in meglio e anche per ringraziarli per condividere con noi questo viaggio è stato organizzato l’incontro di oggi”.

“La sala era gremita di giovani: è questo il termometro dell’interesse per il Servizio Civile Nazionale” dice Vito Filippi, Presidente della Pro Loco Filiano. “Abbiamo registrato – continua Filippi – un forte interesse dei giovani del Forum “C63” e dell’Associazione “La Furmicula” di Filiano”.