CONDIVIDI
Filiano,foto di gruppo con organizzatori, insegnanti e studenti, nel bosco di Montecaruso
Filiano,foto di gruppo con organizzatori, insegnanti e studenti, nel bosco di Montecaruso

Filiano (PZ) – Anche quest’anno l’Amministrazione comunale di Filiano e la locale Pro Loco hanno aderito per la quarta volta a “Il Maggio dei Libri – Leggere fa crescere”, la campagna nazionale promossa dal Centro per il Libro e la Lettura e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo.

La manifestazione, coordinata dalla Biblioteca comunale, ha realizzato un intenso programma di iniziative che ha coinvolto associazioni culturali e autori, contribuendo così a dare un rinnovato impulso al valore sociale della lettura.

Il filo conduttore è stato il paesaggio, nelle sue molteplici declinazioni, come elemento poetico e narrativo in se stesso: un percorso di letture, riflessioni e attività molteplici per scoprire come è raccontato e con quali modalità tutti noi siamo chiamati a difenderlo.La manifestazione che ha coinvolto le Scuole Primarie e Secondarie di primo grado del territorio, ha raccolto un enorme successo sia in termini di partecipanti che in termini di gradimento.

Intense e qualificate le iniziative messe in cantiere. Fra le più significative le letture di racconti tenute presso il bosco di Montecaruso per poi spostarsi a conoscere le Pitture rupestri di Filiano. Di grande interesse la testimonianza di Donatantonio Martinelli, guida esperta del territorio, il quale ha raccontato il bosco di Montecaruso un condensato di specie botaniche che suscitano grande interesse.

Martinelli ha esortato i numerosi studenti che hanno partecipato all’incontro a guardare con nuovi occhi il proprio territorio e a immaginare possibili percorsi di valorizzazione per quei luoghi.

«L’iniziativa – afferma l’operatore della locale biblioteca Vito Sabia – ha voluto rappresentare un modo nuovo di approcciarsi ai libri, portandoli fuori dai loro contesti tradizionali, incontrando le piazze, le vie, i luoghi della nostra quotidianità, i boschi, i siti archeologici favorendo forme di lettura condivisa che coinvolgano tipologie di pubblico disparate».

«L’edizione di quest’anno – dichiara il Sindaco di Filiano Francesco Santoro – è stata arricchita non solo dal punto di vista del numero degli incontri letterari ma anche per l’interdisciplinarietà: oltre alle letture ci sono state visite guidate. Un modo per coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini e per raccontare il nostro paesaggio».