CONDIVIDI

festival di PotenzaPotenza, 2013-10-22 – Le audizioni per la composizione del cast artistico della 13esima edizione del Festival di Potenza (30 novembre, Potenza, Conservatorio Gesualdo da Venosa) hanno confermato che la scelta di superare la fase tradizionale del concorso è quella giusta. Nello studio di registrazione e nelle sale prove della Cd&M di Filiano la presenza di iscritti è stata numerosa e qualificata. Tra questi Franco Diana, Francesco Milillo, Antonella Manniello, Pierpaolo Micca, Elio D’Argenzio, Mirko Gisonte, Elena Kozina, Fabrizio De Vita.

Intanto – spiega Mario Bellitti, ideatore del Festival – lo svolgimento delle audizioni che ogni anno teniamo in questa struttura lucana, diretta da Giuseppe Sacco, specializzata in produzioni e post produzioni di attività musicali ed artistiche di qualità, un gioiello tecnologico che ci invidiano in tutto il mondo dello spettacolo, è doppiamente utile: gli artisti, anche quelli da poco impegnati in progetti musicali, si misurano con le tecnologie essenziali per la propria attività; si tiene un primo stage con nostri operatori e tecnici della Cd&M di Filiano decisamente utile per fare esperienza. E’ un ulteriore passaggio del nostro progetto più ampio.

Dopo l’edizione dello scorso anno con la quale il Festival di Potenza si è liberato definitivamente dell’etichetta di ennesimo concorso per voci emergenti e si è trasformato in un appuntamento nazionale della musica e dello spettacolo di qualità con richiamo di agenti, produttori, addetti ai lavori, titolari di scuole e artisti provenienti in particolare dal centro-sud, l’entusiasmo dei partecipanti premia gli organizzatori. La condivisione del progetto è infatti la molla decisiva per la sua riuscita.

Il nuovo corso del Festival (senza alcun rimpianto per il concorso che negli undici anni precedenti ha registrato oltre 300 partecipanti con punte di eccellenza) è entrato nella fase di maturità, al punto – continua Bellitti – che siamo costretti a dire di no a molti artisti di tante regioni che vorrebbero partecipare. Il format televisivo ci impone di non superare le tre ore complessive e comprensive di comicità, danza moderna, magia, con nomi conosciuti al grande pubblico della tv.

Il Festival rappresenta dunque un punto di arrivo di un lavoro che dura un anno intero con traguardi intermedi. Ad esempio in questa stagione estiva di spettacoli abbiamo prodotto un concerto dal vivo con una serie di musicisti tra i quali Pelle di Luna Band attraverso una sperimentazione di contaminazione tra professionali musicali ed orchestrali, un concerto svolto in diverse piazze che è stato particolarmente apprezzato.

Scheda:

Il Festival è un progetto dell’associazione culturale “Mabel” composta da un gruppo qualificato di operatori dello spettacolo, guidato dall’agente di spettacolo e “patron” Mario Bellitti, con l’adesione dell’Asmea (associazione spettacolo management e artisti). Partner, inoltre: La Nuova TV (Digitale terrestre canale 12 – Sky Canale 840), CD&M srl -Musica & Multimedia (Stampa CD – DVD. Recording Studio, Postproduzione, Master Multimediali, Packaging), Radiostartv (web music chanel), Comunicati musicali (web music chanel), Canale Sei Tv (canale 144 visibile in Campania, basso Lazio, Molise e alta Calabria). A queste tv quest’anno se ne aggiungeranno, per la prima volta, altre 80 del Circuito FOX PRODUCTION & MUSIC.

La formula è fortemente innovativa e in Italia non registra iniziative similari ad eccezione di Fiere e saloni specializzati musicali che però hanno obiettivi molteplici e per lo più riferiti all’attività commerciale ed industriale dello spettacolo (dagli strumenti, agli accessori, alle edizioni musicali e società di spettacolo).

L’associazione, inoltre, si occupa di formazione ed aggiornamento dei giovani artisti selezionati (nell’ambito del territorio Nazionale), oltre che di musicisti, scenografi, tecnici audio e video, operai specializzati.