CONDIVIDI

Matera.2012-09-24-La Scotellaro Matera alla fine della due giorni intensa di gare svoltasi a Fermo ce l’ha fatta a confermare la Serie A1 anche per l’anno 2013. La società materana, con 146 punti, si è attestata infatti al terzo posto della classifica finale del Campionato Italiano Assoluto di Società su pista.
Grande soddisfazione è stata espressa dai dirigenti materani per questo risultato storico e straordinario che è giunto comunque al termine di una finale combattuta punto a punto con le altre 10 società e che ha evidenziato risultati individuali eccellenti.
Da sottolineare le tre vittorie ottenute da Eusebio Haliti nei m 400 con 48’15 e nei m 400 con ostacoli con 51’’95, da Marcello De Cesare nel lancio del giavellotto con m 61,66, la splendida medaglia d’argento ottenuta da Ruggiero D’Ascanio nei km 5 di marcia con 21’08’’96 ed il terzo posto del giovane Alessandro Laurano di Venosa  nel salto in alto con m 1,97. Sfortunata la prova del velocista venosino Marco Gai che ha ottenuto due quarti posti sui 100 con 11’’07 e nei m 200 con 21’’94.
Queste le medaglie, ma un po’ tutti i ragazzi hanno dato veramente il massimo per giungere a questo risultato; ricordiamo i vari Francesco Acquasanta (4° nel disco), Donato Becce (4° nei 3000 siepi), Giuseppe Dibenedetto di Lavello (5° negli 800), Cancelliere Eustachio (5° nel martello), Zaid Issam (5° sui m 5.000), Palmisano Angelo (7° nel triplo) ed ancora di Giacoia Gabriele (asta), Michele Volpe (peso) e di Daniele Taurisano, Gianluca Giglio, Alessio Pinto, Paolo Semeraro, Federico De Giovanni, Giuseppe Cipriani (staffetta 4×100 e 4×400) che comunque hanno portato punti preziosi alla squadra.
Un risultato globale che è andato oltre le previsioni della vigilia, ma che però ha acquisito sostanza e concretezza man mano che venivano disputate le gare ed i ragazzi ottenevano punti preziosi in ogni specialità. La cosa più bella è stata che ogni atleta ha avuto l’incitamento di tutti i compagni di squadra, insomma anche un’ottima prova di vero “spirito di squadra” in uno sport che molti considerano troppo individuale.
Quindi un risultato finale veramente di prestigio per questa Società materana che con tanti sacrifici pratica atletica leggera da quasi 50 anni su tutto il territorio nazionale; un ringraziamento particolare va ai tecnici che seguono e preparano costantemente gli atleti attraverso un duro lavoro quotidiano; a tal proposito a Fermo vi è stato l’esordio come coordinatore tecnico di Donato Becce: prova superata in maniera eccellente.
Ora non resta che attendere la fine dei lavori di riqualificazione del Campo Scuola Duni di Matera che potranno consentire lo svolgimento della finale A1 del Campionato 2013 proprio nella Città di Matera, anno in cui la Scotellaro festeggerà le nozze d’oro : 50 anni di attività consecutiva.

Lorenzo  Zolfo