CONDIVIDI

mamma meiMelfi, 2013-05-21 – “….questa è la mia umile opposizione allo strapotere politico dello Stato e delle multinazionali, a discapito della povera gente di Basilicata!” Così esordisce Ferdy Sapio nel presentare la sua ultima fatica musicale “Mamma mei” un canto sociale che contesta le trivellazioni in Basilicata ed il conseguente inquinamento a causa dell’industrializzazione lucana. La canzone è cantata in dialetto melfitano, ma il tema è regionale ed abbraccia molte tristi realtà lucane ed è cantato anche da Raffaella Irenze. Il brano è un funky, arrangiato e scritto da Ferdy Sapio, che oltre alle sue produzioni discografiche importanti, da sette anni ritornato in Basilicata, sta tentando di dare un suono musicale alla realtà lucana, ma con scarso successo, data l’impossibilità della fruizione culturale in regione, se non celebrazioni del nulla, come le chiama lui. Il suo punto di vista non è campanilistico, ma radicato nelle problematiche di un popolo per sempre “comandato” come racconta il testo della canzone “Mamma mei” per il cui video, l’artista ha chiesto la collaborazione del quotidiano on line www.basilicata24.it per l’uso delle immagini suggestive sull’inquinamento della terra nostra. Il video è stato pubblicato su Youtube e su diversi siti ambientalisti nazionali. Ferdy Sapio, ricordiamolo, tre anni fa è stato insignito dal Comitato Ente Parchi Internazionale, Ambasciatore della Natura, premiato a Catania per il suo impegno artistico a difesa della salvaguardia del pianeta, con il brano francescano “Cantico delle creature” presentato in molte città italiane e anche all’estero. Naturalmente in Basilicata, Ferdy viene chiamato soltanto per serate di beneficenza da diverse associazioni, ma nessuna ha chiesto di portare in scena i due suoi progetti culturali su Carmine Crocco e su Federico II.

La canzone “So crocc” è una delle più cliccate su youtube, oltre le 25000 visite e Ferdy Sapio non ha ancora potuto cantarla da nessuna parte in regione. Egli continua imperterrito il suo cammino artistico-spirituale attraverso associazioni fuori-regione e spera un giorno, non di essere considerato, ma di entrare nel cuore della gente con le sue opere, perché esse parlano della nostra storia, passata ed attuale come questo nuovo disco. Ferdy Sapio è l’artista libero, che come una telecamera accesa registra ogni cosa e le rappresenta con le varie forme d’arte che conosce……… Il 10 Maggio, il video di questa canzone “Mamma mei” verrà proiettato a Capri, nell’ambito della terza edizione del premio Ambasciatore della Natura dell’Ente Parchi Int. In contemporanea uscirà negli store sul web un minialbum ecologico “Madre Terra” che comprende “Mamma mei”, con i brani: “Sos dalla Terra” in tre lingue con l’intervento del baritono Gaetano Rizzitelli, poi “Bugie” e “Il Cantico delle creature” che è il cantico di Francesco con la quale santificava ogni cosa dell’universo, del creato, lodando il Signore. Un album a tema così toccante tanto che la cantante Raffaella Irenze ha detto a ferdy Sapio “Speriamo non ci cacciano dalla Basilicata” e lui ha risposto “Spero accolgano invece la nostra preoccupazione sulla salute pubblica e sull’inquinamento dell’ambiente!!!!”