CONDIVIDI

Potenza – È stato definito lunedì 13 l’accordo tra Fca e Cnhi e le organizzazioni sindacali per il premio retributivo ai lavoratori in somministrazione delle aziende FCA e Cnhi che applicano il Ccsl. Ne dà notizia la Segreteria FISMIC, che pubblica anche il verbale dell’incontro sul sito www.sindacatometalmeccanici.it. Il premio di efficienza, infatti, sarà erogato in un’unica soluzione, nel mese di luglio, anche a tutti i lavoratori (operai, impiegati e quadri) che avevano svolto la propria attività tramite contratto di somministrazione, ora stabilizzati con contratto subordinato.

fismicAnche a loro spetta, quindi, la quota del premio di efficienza, erogata direttamente dalle società che li hanno assunti, mentre le quote trimestrali non ancora erogate arriveranno con il saldo del premio retributivo per il raggiungimento degli obiettivi del Piano Industriale 2015-2018.
Ai fini della maturazione degli elementi retributivi, sarà considerato valido il periodo svolto in somministrazione successivamente al 31 dicembre 2014.

Traguardo raggiunto anche per quanto riguarda gli attuali lavoratori interinali, a cui però saranno le agenzie ad erogare il premio, come previsto dall’accordo, molto probabilmente nel prossimo mese di luglio.
“Siamo felici che tutti i lavoratori FCA e Cnhi siano retribuiti con gli stessi criteri – fa sapere la FISMIC – e vogliamo sottolineare l’impegno della FISMIC affinché ciò avvenisse, prima per le aziende ACM del comprensorio di Melfi e ora per i lavoratori interinali ed ex interinali di tutte le aziende FCA e Cnhi”.