CONDIVIDI
Scanzano Jonico svincolo jonica
Scanzano Jonico svincolo jonica

Scanzano Jonico, 2013-10-09 – Sono tanti i danni causati dalla violenta pioggia che oltre a fare vittime ha allagato strade, cantine, garage e abitazioni di molti comuni della fascia jonica, creando panico e paura tra i cittadini. I disagi maggiori ci sono stati nei centri di Marconia, Bernalda, Metaponto e Scanzano, oltre che sulle arterie principali della regione. La Ss 107 Basentana questa notte è stata chiusa al traffico nei pressi del bivio di Bernalda, ma ora il traffico, anche se sotto il controllo delle forze dell’ordine, sta riprendendo in entrambi i sensi di marcia. Danni anche sulla Ss 106 Jonica, dove dalle prime ore del mattino ci sono i lavori per ripulire l’arteria dalla melma che ha reso la strada chiusa e impraticabile in alcuni tratti, dove si è completamente allagata, soprattutto tra Scanzano Jonico e Metaponto.

Disagi anche nelle scuole: istituti di Marconia, Pisticci e Policoro si sono allagati e non hanno consentito il regolare svolgimento delle lezioni. Il Sindaco di Pisticci ha emesso un’ordinanza e ha disposto la chiusura delle scuole a Marconia, dove la scuola elementare Giovanni Bosco si è allegata, e ha chiesto lo stato di calamità naturale. Per questo ha invitato i cittadini a effettuare foto e quantificare i danni. Intanto continuano gli interventi che Vigili del Fuoco, volontari e personale della Protezione civile che sono impegnati su più fronti, ma le emergenze che vengono segnalate sono tante, sopratutto nel metapontino.

Molti abitanti si sono svegliati con fango e acqua dentro casa. Disagi anche a Scanzano all’altezza del cavalcavia con lo svinvolo per l’ingresso dell’abitato. Sono inoltre molti gli interventi anche in contrade di campagna, per soccorrere persone rimaste isolate. L’Acquedotto lucano comunica che a causa dei danni all’impianto idrico “Terlecchia”, in agro di Matera, sarà sospesa l’erogazione idrica dalle ore 12 di oggi (martedì 8 ottobre) alle ore 7 di domani a Matera, salvo imprevisti. Per affrontare il disagio sarà operativo un servizio sostitutivo con autobotti.

Pino Cariglia