CONDIVIDI
perrinogianni-concentratePotenza – Mentre il fronte referendario distraeva le truppe petrolifere governative via mare, accalcandosi in prossimità delle 12 miglia marine, da terra partiva l’offensiva verso conviventi e conniventi ministeriali, funzionari dell’ENI, dirigenti della Regione Basilicata, che determinava il blocco definitivo della lucrosa e devastante attività dei petrolieri. Sarebbe bello poter scrivere poche righe come queste per descrivere, nei libri di storia, la liberazione della Basilicata e del Paese dal giogo di affaristi senza scrupoli e dignità.
Gianni Perrino 
Portavoce M5S Basilicata – Consiglio Regionale