CONDIVIDI

Potenza – Il consigliere Nicola Benedetto (Centro democratico), durante l’ultima discussione in Consiglio regionale, ha affermato quanto segue: “Come sembra, informalmente si sa, è secretato, ma sembra che qualche voce sta venendo fuori, che il sito delle scorie uniche verrà messo qui in Basilicata, la decisione è stata già presa, è secretata, lì cominceranno i veri problemi”. E’ sconcertante che un uomo delle istituzioni, come dovrebbe essere un consigliere regionale, si rifiuti di rivelare le fonti di questa allarmante notizia. Delle due l’una: o è una bufala, alla ricerca di titoli sui giornali, oppure Pittella lo costringa a rivelare la fonte, a meno che la Giunta regionale non ne sia già a conoscenza. Il Movimento 5 Stelle sta seguendo puntualmente tutto l’iter del decommissioning in Basilicata, a Roma e a Bruxelles. Il 3 novembre scorso, in risposta ad una interrogazione degli europarlamentari M5S (Pedicini, Castaldo, Corrao e Tamburrano) sulla
gestione delle scorie nucleari italiane, la commissione ambiente ha affermato di non aver avuto comunicazioni ufficiali da parte dell’Italia ed ha paventato la possibiltà di sanzioni per il nostro Paese.

benedettoA Roma invece sia alla Camera che al Senato, negli ultimi mesi, sono state
fatte interrogazioni, emendamenti, denunce di assenza del “Piano nazionale”, ritardi nella pubblicazione della Cnapi e osservazioni sulla ratifica del regolamento Euratom. Un’apposita Commissione di inchiesta ha approvato in materia un testo che è una fotografia della situazione attuale. Con tutta probabilità sarà la Camera prossimamente a discutere la relazione sulla quale potrebbe essere votata una o più risoluzioni.

Dalla Regione, in questi mesi, sono giunti solo annunci rassicuranti, l’usuale “tuttappostismo” di Pittella e Berlinguer, di cui c’è da fidarsi ben poco vista la docilità mostrata nell’obbedire ai diktat renziani. Solo qualche giorno fa l’assessore Berlinguer, da noi chiamato a relazionare  sulle attività di decommissioning dell’ITREC di Rotondella e sulle sostanze inquinanti  rinvenute nelle acque di falda superficiali all’interno del perimetro dello stabilimento (cromo esavalente, idrocarburi, ferro, trielina), si limitava a leggere un documento che spiegava per filo e per segno come avvengono le suddette bonifiche senza alcun riferimento alle sostanze inquinanti. Davvero preoccupante la notizia delle dimissioni dell’ad di Sogin, Riccardo Casale, che ha denunciato pubblicamente irregolarità nella gestione del decommissioning (lo smantellamento delle centrali nucleari italiane), lanciando pesanti accuse contro il Governo Renzi per la preoccupante “inerzia operativa”.

Questa Regione ha già dato troppo in termini ambientali e non può assolutamente permettersi di subire anche l’imposizione di un deposito di rifiuti nucleari, tra l’altro già rifiutato dai lucani nel lontano 2003. Ad oggi le coscienze critiche e la consapevolezza dei problemi ambientali in Basilicata sono più certe e consolidate di ieri, nonostante la presenza di una classe politica asservita alle lobby della speculazione energetica. Una classe politica che ha “premiato” i responsabili del disastro economico ed ambientale, nominando Filippo Bubbico e Vito De Filippo, due ex governatori, a sottosegretari del governo Renzi.

Quella contro le scorie è una battaglia politica che va di pari passo con quella contro le estrazioni petrolifere e contro l’inquinamento, anche da inceneritori, della nostra bellissima Basilicata. Nei prossimi mesi, al solito, il M5S non abbasserà la guardia di fronte alla minaccia della localizzazione in Basilicata del deposito unico delle scorie nucleari.

Qui testo interrogazione presentata in Consiglio Regionale.

Piernicola Pedicini – Portavoce M5S Europa

Vito Petrocelli – Portavoce M5S Senato

Mirella Liuzzi – Portavoce M5S Camera

Gianni Perrino – Portavoce M5S Basilicata Consiglio Regionale

Gianni Leggieri – Portavoce M5S Basilicata Consiglio Regionale

Antonio Materdomini – Portavoce M5S Matera
Orazio Signorella – Portavoce per M5S Miglionico

Savino Giannizzari – Portavoce M5S Potenza

Canio Mancuso – Portavoce per M5S Filiano

Arturo Covella – Portavoce per M5S Venosa

Giancarlo Gervasio – Portavoce M5S Lavello

Enzo Rago – Portavoce M5S Montalbano Jonico