CONDIVIDI

cus-potenzaPotenza – Una stagione da record. È questo il pensiero che resterà per molto tempo nella testa dei giocatori e dei sostenitori del CUS Potenza Rugby. Infatti grazie alla vittoria ottenuta domenica scorsa contro il Salento Rugby per 29 a 0, i leoni nero verdi entrano di diritto nella storia del rugby lucano, avendo inanellato la tredicesima vittoria su tredici partite. Parte bene il quindici lucano che galvanizzato dal proprio, numeroso, pubblico, costringe da subito la formazione salentina alle corde. Nonostante il fango e il terreno scivoloso, la mischia lucana sale subito in cattedra e grazie alla netta supremazia in mischia chiusa, dopo soli 5 minuti si procura una punizione facile davanti ai pali salentini che Lotito V. non sbaglia. Il CUS continua a schiacciare il Salento che dal canto suo si difende come meglio può, anche con diversi falli ma l’apertura lucana Lotito V. non riesce a concretizzare almeno un paio di occasioni dalla piazzola. La prima frazione di gioco scivola sui binari di una supremazia netta dei lucani che però non concretizzano. Solo al 30’ arriva la meritata meta grazie a capitan Buchicchio abile a battere velocemente una punizione ed a schiacciare l’ovale in mezzo ai pali, Lotito V. trasforma e il risultato si porta sul 10 a 0, lo stesso con cui si chiude il primo tempo.

Dopo la strigliata di coach Passarella ai suoi durante l’intervallo in cui ha chiesto di essere più cinici davanti la linea di meta ospite, il CUS ritorna in campo più determinato che mai. Passano solo 7 minuti e, grazie all’azione che il Potenza Rugby ha fatto sua come marchio di fabbrica, ovvero il carrettino da maul, arriva sino alla linea di meta salentina dopo una touche battuta sulla linea dei 22 ospite; il Salento cerca di arrestare l’inesorabile avanzata dei nero verdi, facendo crollare la maul a pochi centimetri dalla meta e questo fa si che il direttore di gara assegni la meta tecnica ai lucani che, grazie alla trasformazione di Lombardi A., si portano sul 17 a 0. Galvanizzati dalla seconda segnatura, i padroni di casa cercano in tutti i modi di segnare nuovamente. Al 60’ arriva la terza meta dei lucani grazie ad una potente incursione di Graziano De Rosa che rompe due placcaggi e plana in meta, Lombardi trasforma e si va sul 24 a 0. Con tre mete in cascina, il CUS cerca nell’ultimo quarto di gara, la meta che darebbe ai lucani il bonus offensivo e ci riesce al 30’ con Ligrani che finalizza una bella azione corale partita da una ruck ben giocata dal pack lucano. Al triplice fischio del direttore di gara, esplode la gioia dei leoni, unita a quella sugli spalti, per un campionato da ricordare per anni.

“Sono felice come non mai – ha dichiarato, a fine match, un raggiante coach Giovanni Passarella – Abbiamo centrato un risultato storico, forse non replicabile. Abbiamo giocato bene ma non siamo stati cinici come in altre occasioni; potevamo chiudere la partita già nella prima frazione ma un po’ la tensione, un po’ le condizioni del campo non ci hanno permesso di esprimerci come sappiamo fare. Sono orgoglioso dei miei ragazzi e sono sicuro che le emozioni vissute in questo campionato non le dimenticheremo facilmente.”

Una partita quindi che consegna alla storia il CUS Potenza Rugby come la squadra capace di vincere tutte le partite del campionato 2014/2015, ma c’è ancora un piccolo scoglio da superare. Infatti per raggiungere l’obbligatorietà delle 14 partite ufficiali, i leoni potentini dovranno giocare il 12 aprile, tra le mura amiche, contro l’Artas Brindisi, quindi altro tassello ipotetico da mettere nella bacheca di un campionato, come detto all’inizio, da record.

Questo il Potenza sceso in campo:

Pacella (1) – Rado (2) – Esposito (3) – Marsico (4) – Sampogna (5) – Ligrani (6) – Di Melfi (8) – De Rosa (7) – Buchicchio (cap.) (9) – Lotito V. (10) – Scavone (11) – Galante N. (12) – Pergola (13) – Grippa (14) – Lotito G. (15)
A disposizione: Lombardi M. (16), Basilio (17), D’Andrea (18), Ianniello C. (19), Benedetto (20), Lombardi A. (21), Giosa (22).

Risultati e classifica dopo la tredicesima giornata:

CUS Potenza Rugby – Salento Rugby: 29-0 (4-0)

Murgia XV Rugby: 46 pt.
CUS Potenza: 43 pt. (pen. -8)
Rugby Club Granata: 30 pt.
Salento Rugby: 15 pt.
Artas Brindisi: 12 pt.
Messapia Mesagne: 12 pt. (pen. -8)
Omnia Bitonto: 11 pt. (pen. -4)