CONDIVIDI

Potenza – Prestazione di alto livello per il CUS Potenza Rugby che cede, solo nel finale, le armi ad un agguerrito Svicat Rugby Campi Salentina che si è imposto per 31 a 19 al termine del match valevole come finale di andata della Coppa Puglia – Basilicata 2015/2016. Una prestazione maiuscola per Lotito e compagni che sono riusciti a tenere testa alla quotata formazione campiota. Pronti via e subito il Potenza va in vantaggio; dopo una serie ben giocata in multifase, la difesa ospite concede un piazzato che capitan Vincenzo Lotito spedisce tra i pali per il 3 a 0. La reazione degli ospiti però non si fa attendere e dopo soli 3 minuti vanno in meta. La trasformazione non riesce e il punteggio si porta sul 3 a 5. I leoni nero verdi non si scompongono e riprendono nel loro gioco fluido e di sostanza. La mischia chiusa risulta sovrastante e le touche funzionano, se pur a fasi alterne. Al 25’ proprio da una giocata magistrale in touche, Rocco Di Melfi deposita la palla in area di meta dopo un bel carrettino; capitan Lotito trasforma e si va sul 10 a 5. Lo Svicat ovviamente non ci sta e comincia a martellare la difesa nero verde che però regge bene l’urto dei più quotati avversari; ma allo scadere del tempo, gli ospiti trovano in varco giusto e segnano la loro seconda meta che viene trasformata, e così, col punteggio di 10 a 12, si chiude la prima frazione di gioco.

La ripresa inizia come fotocopia del primo tempo, ovvero solo un giro di lancette e i padroni di casa usufruiscono di un calcio di punizione che capitan Lotito non sbaglia, 13 a 12. La partita prosegue in maniera vivace e spettacolare con belle azioni da entrambi le parti. Al 55’ il Potenza resta in 14 per l’espulsione temporanea di Giuseppe Lotito ma ciò non abbatte i ragazzi del capoluogo lucano che anzi moltiplicano le energie e difendono a denti stretti la loro area di meta.

Cus Potenza Rugby
Cus Potenza Rugby

Al 64’ però capitolano quando lo Svicat va a segno per la terza volta, meta questa non trasformata e punteggio sul 13 a 17. La reazione dei padroni di casa è rabbiosa e nel giro di 5 minuti, al 66’ e al 71’ vanno a segno con due punizioni di capitan Lotito, ritornando così in vantaggio, 19 a 17. Con meno di 10 minuti da giocare il CUS ci crede, l’impresa sembra ormai fatta. Gli univesitari cercano in tutti i modi di difendersi e contrattaccare, ma la caratura e la bravura degli avversari esce alla distanza. Proprio gli ultimi scampoli di partita sono fatali ai nero-verdi, ormai stremati, con due marcature al 76’ e all’80’, i Campioti portano a casa la vittoria con il punteggio 31 a 19.

Nonostante il risultato, soddisfatto coach Passarella “Sapevamo che era una partita difficile con una squadra di un’altra categoria ma abbiamo, sino alla fine, giocato alla pari. Non rimprovero nulla ai miei ragazzi che, anzi, mi hanno reso orgoglioso di loro. Sappiamo, però, che queste partite ci servono a capire che in una categoria superiore, non si può concedere nulla all’avversario. Le poche occasioni che si hanno vanno trasformate in punti senza lasciarsi dietro niente. Ora abbiamo una settimana per preparare l’epilogo di questa stagione, quando ripeteremo l’esperienza affrontando lo Svicat in terra salentina per il turno conclusivo della coppa”

Dunque una settimana di duro lavoro per la compagine cussina che cercherà in tutti i modi di chiudere nel migliore dei modi la stagione regalando l’ennesima soddisfazione a tutti i fan e sostenitori capeggiati dalla BCC di Laurenzana e Nova Siri.

Questo il Potenza sceso in campo:
Mussuto (1) – Rado (2) – Esposito (3) – Marsico (4) – Sampogna (5) – Ligrani (6) – Di Melfi (8) – De Rosa (7) – Giordano (9) – Buchicchio (10) – Lombardi A. (11) – Lotito G. (12) – Pergola S. (13) – Grippa (14) – Lotito V. (cap.)(15).
A disposizione: Gerardi D. (16), Becce (17), Basilio F. (18), Basilio P. (19), Mastrangelo (20), Volturno (21), Giosa (22).