CONDIVIDI

vangelo 2 matteoBarile, 2013-05-27 – Domenica 26 maggio alle 19,30 presso la sala Laya della Filmoteca di Catalunya a Barcellona è stato proiettato ‘Il vangelo secondo Matteo’ (Italia/Francia 1964) di Pier Paolo Pasolini in collaborazione con la Cineteca di Bologna,con un’introduzione a cura di Octavi Marti, direttore aggiunto della Filmoteca di Catalunya e Arianna Mazzeo, professoressa della Elisava Universitat Pompeu Fabra a Barcellona. Nell’occasione sono state mostrate le fotografie inedite raccolte nel libro”Cristo è nato a Barile” a cura del Prof.Donato Mazzeo (Ed.BA), che raccoglie l’intera ricerca etnografica del set del making off del Vangelo secondo Matteo. Foto,corrispondenze,interviste e luoghi iconografici e antropologici per ri-scoprire”la bellezza morale” che Pasolini cercava nei volti pre-cristiani di Enrique Irazoqui,Margherita Caruso e tante altre comparse. Barile- Matera al centro di un percorso di ricerca iniziato nel giugno del 1963, quando Pasolini si recò in Palestina,insieme a Don Andrea Carraro della Pro Civitate di Assisi,per visitare e riprendere i luoghi della narrazione evangelica. Alla fine il regista deluso dell’opportunità di realizzare il film in quei posti deciderà poi di ricostruire i luoghi del Vangelo nel Sud dell’Italia,tra la Basilicata,la Puglia,il Lazio e la Calabria.

 Il progetto presentato già presso l’Università Sorbonne a Parigi,sarà ospitato il prossimo mese all’ambasciata Albanese a Tirana.Un percorso di ricerca,di valorizzazione di una comunità come quella albanese con mille anni storia,tradizione e cultura e di un Pasolini che incontrò il suo Cristo proprio a Barile,cosa che come commentò Manacorda, “era la manifestazione di una sensibilità,di un “gigante che ci obbligò a pensare”. Il programma lo trovate a questo indirizzo: http://www.filmoteca.cat/web/actualitat/noticies/pasolini-el-cinema-de-la-poesia