CONDIVIDI

cinemarateaPotenza – Ottima soprattutto la partecipazione del pubblico che, numeroso, ha assistito alla proiezione in anteprima nazionale di Ghostbuster. Un risultato che sottolinea ancora una volta quanto sia efficace la formula messa in campo dalla rassegna marateota, che promuove il cinema in una stagione tradizionalmente considerata non favorevole alle proiezioni. Un sentito ringraziamento va al vice presidente della Warner Bros Italia, Ciampa, che ha concesso questa bellissima iniziativa.

Spazio anche alle analisi della FEEM che ha presentato la propria ricerca sul nostro distretto dell’audiovisivo, e soprattutto al cortometraggio, sostenuto dalla Lucana Film Commission, che ha fatto bella mostra di sé anche grazie al supporto tecnologico della Digital Lighthouse.

Molto interesse di pubblico ha riscontrato “The Prince of Venusia” dell’artista Silvio Giordano, il quale, come altri giovani registi lucani, dopo importanti esperienze in tutto il mondo, ha deciso di tornare nella terra d’origine per girare questo film dal profilo internazionale.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione cinema Mediterraneo, è nata su precisi orientamenti gestionali e finanziari di Sensi contemporanei Basilicata e della Regione Basilicata ed ha concepito un contenitore che fosse in grado di evidenziare le politiche di sviluppo, messe in campo delle istituzioni, per la nascita di un distretto del cinema dell’audiovisivo lucano che negli ultimi tempi evidenzia sempre più le sue potenzialità.