CONDIVIDI
Giorgio Albertazzi
Giorgio Albertazzi

Matera – Una stagione teatrale, quella del 2014/2015, più “snella” ma con grandi nomi in cartellone, da Giorgio Albertazzi a Sabrina Ferilli a Giuliana De Sio, e con uno sguardo attento al teatro d’impegno sociale come il primo spettacolo del 5 dicembre a Matera “Lo splendore dei supplizi” della Compagnia Fibre Parallele. Sono undici gli spettacoli dedicati al pubblico degli adulti, e nove quelli dedicati ai bambini dai 4 anni in su, che il Consorzio Teatri Uniti di Basilicata propone da novembre a maggio 2015. Il progetto teatrale è stato presentato questa mattina a Matera durante una conferenza stampa svolta nella sede dell’Unibastore Plus, in piazza Matteotti, il luogo dove sarà possibile acquistare in prevendita sia gli abbonamenti che i biglietti dei singoli spettacoli.
“Dopo una pausa di un anno Matera torna ad avere la stagione teatrale – ha detto Francesca Lisbona, vicepresidente del Consorzio Teatri Uniti di Basilicata – il cartellone è più snello e la stagione teatrale a Matera parte in ritardo per i noti e mai risolti problemi che affliggono questo settore: la mancanza di certezze sia sui fondi che sui contenitori, sui luoghi a Matera dove poter fare teatro. A questo si aggiunge che le direttive ministeriali sul teatro sono state emanate, con il nuovo decreto del MIBACT, solo a luglio, mentre queste attività prendono avvio già da aprile. Le difficoltà, però, non spaventano il Consorzio che nonostante tutto sta profondendo sforzi, anche e soprattutto a livello personale di tutti i suoi componenti, per offrire al pubblico lucano spettacoli di elevata qualità artistica. Non solo, il Consorzio Teatri Uniti di Basilicata ha intrapreso una serie di collaborazioni e attività collaterali per arricchire l’offerta culturale sul teatro – ha proseguito Lisbona – dalla partnership con l’Associazione culturale Spiragli di Altamura, alla collaborazione con Il Teatro delle Albe di Ravenna. Con questa compagnia, dal 3 marzo – data della prima rappresentazione dello spettacolo “Il Giocatore” che terranno a Matera – prenderà avvio il progetto dedicato agli alunni delle Medie Superiori della “non-scuola”. I nostri ragazzi potranno partecipare a laboratori teatrali dove saranno protagonisti di letture critiche e interpretazioni di testi teatrali”. Dal progetto della “non-scuola” al progetto dedicato alle compagnie teatrali professioniste lucane “Lascenalucana”, con cui a maggio le compagnie, in sei luoghi di sei comuni della Basilicata si esibiranno dinanzi a un pubblico di giurati che sceglierà lo spettacolo di loro maggior gradimento e, questo, poi sarà rappresentato in prima nazionale in un teatro italiano, il Consorzio Teatri Uniti diBasilicata mira a rafforzare sia la cultura teatrale fra un pubblico sempre più attivo e consapevole che a rafforzare la proposta delle compagnie teatrali lucane. “Non ignoriamo le difficoltà economiche che persistono, ma abbiamo il dovere nei confronti di chi lavora con noi di non demordere e verso il pubblico lucano di presentare progetti teatrali qualitativamente validi – ha affermato Gerardo Quaratino, presidente del Consorzio Teatri Uniti di Basilicata, intervenendo in conferenza stampa – Certo abbiamo la necessità che la politica ci dia delle risposte, soprattutto alla luce del fatto che a tutt’oggi, e siamo a novembre, non è ancora stata approvata la programmazione culturale del 2014”.

Sulle dotazioni economiche al teatro e sulla necessità di aver luoghi consoni per usufruire del teatro, ha preso la parola il sindaco di Matera Salvatore Adduce: “Occorre migliorare le tempistiche per offrire l’adeguato supporto a chi fa e offre cultura, è indubbio – ha detto il sindaco Adduce – l’attuale situazione economica del Paese, del resto, ci ha impedito di cantierizzare alcuni dei lavori già appaltati per adeguare e migliorare i contenitori che la città di Matera ha a disposizione per offrire teatro e musica. Sul teatro, in particolare, il direttore artistico di Matera2019 ha proposto soluzioni alternative, o temporaneamente alternative: proprio perché la città ha necessità di uno spazio adeguato alle rappresentazioni teatrali”.  “A Matera e in Basilicata – ha affermato Francesca Lisbona – c’è voglia di teatro, lo dimostrano l’attenzione del pubblico e delle compagnie che qui producono e propongono teatro. E lo dimostra anche l’attenzione da parte di privati che, in partnership, ci sostengono: Sinus e la Banca di Credito Cooperativo di Nova Siri e Laurenzana”. L’amministratore delegato di Sinus, Gaetano Casino, in conferenza stampa ha detto: “Più che una sponsorizzazione, con il Consorzio Teatri Uniti di Basilicata abbiamo voluto creare una partnership culturale. Sostenere il progetto teatrale del Consorzio è l’occasione per instaurare un dialogo proficuo con i cittadini e il territorio, offrendo un’opportunità di crescita non solo economica, ma anche culturale”. La qualità dell’offerta teatrale del Consorzio Teatri Uniti di Basilicata, inoltre, ha permesso di intraprendere collaborazioni sia con UniversoSud che con l’associazione culturale Spiragli di Altamura. UniversoSud, gestore dell’Unibastore Plus di Matera, ha messo a disposizione i locali di piazza Matteotti per diventare il punto nevralgico informativo per questo progetto teatrale e per gli incontri fra le compagnie teatrali e gli spettatori, soprattutto rivolti ai giovani. Con l’associazione culturale Spiragli di Altamura saranno organizzati e promossi due concerti che si terranno a Matera: “Fibrillante” di Eugenio Finardi il 10 dicembre 2014 al Teatro Duni e Gianmaria Testa in “Solo” il 24 gennaio 2014 al Cineteatro Comunale.