CONDIVIDI
rocco mentissi
rocco mentissi

Potenza – Concerto in terra di Puglia, ad inaugurare il periodo dei live estivi, per il pianista e compositore Rocco Mentissi, che domenica 25 giugno 2017 si esibirà a Trani, in occasione di un evento di solidarietà a sostegno dei terremotati promosso dalla locale sezione dell’International Inner Wheel Club. Presso la Lega Navale al Molo Sant’Antonio, l’artista lucano suonerà i propri brani nel corso della serata intitolata “Graziosa Luna. Versi, note, danza”, che avrà inizio alle ore 20.30 e tra i cui protagonisti ci sarà anche la nota coreografa e danzatrice Elisa Barucchieri.

Laureato in Direzione d’orchestra fiati e in Composizione, dal 2014 ad oggi Mentissi ha tenuto numerosi concerti per piano solo in location prestigiose tra Basilicata, Puglia, Molise, Campania, Calabria, Lombardia e Toscana. Il suo articolato percorso artistico, caratterizzato dalle più svariate esperienze e da collaborazioni con artisti di diversa estrazione, si è indirizzato negli ultimi anni verso uno stile minimalista dalla forte impronta introspettiva, che lo ha fatto apprezzare ad una platea ampia e variegata. Nel corso del 2016 ha suonato, tra l’altro, al Teatro Stabile di Potenza, al Conservatorio Duni di Matera, nel Maschio Angioino a Napoli, nella Chiesa Incompiuta della SS. Trinità a Venosa, nella Cattedrale di San Gerardo a Potenza in occasione del tradizionale concerto di Natale organizzato dal Rotary Club Potenza.

Il suo primo lavoro discografico, dal titolo “traMe”, è stato pubblicato nel 2014 dalla Artistica Management di Pasquale Cappiello. Al suo interno dieci brani e un preludio per pianoforte che compongono un diario di appunti, un sentiero sonoro costellato di atmosfere rarefatte, pregne di interrogativi più che di risposte solide e rumorose, una musica ai confini del silenzio, in cui si genera la profonda e naturale propensione alla riflessione.

Durante i suoi concerti Rocco Mentissi esegue solo brani originali da lui composti: da una parte le tracce del suo primo album, proposte con nuove sfumature sonore e varianti tematiche estemporanee suggerite dalle sensazioni del momento, dall’altra composizioni inedite destinate a confluire nel suo prossimo progetto musicale, a cui negli ultimi mesi ha lavorato con grande impegno e che vedrà altri strumentisti gravitare attorno al suo prediletto e inseparabile pianoforte, strumento centrale della sua musica e particolarmente confacente al proprio stile compositivo.