CONDIVIDI
FCA

San Fele (PZ) – Con una nota indirizzata alle Agenzie per il Lavoro ( Manpower , Adecco, Gi Group, Etjca e Synergie ) , Felsa Cisl – NIdiL Cgil – UILTemp hanno richiesto l’attivazione del Fondo di Solidarietà per tutti i lavoratori somministrati nelle aziende dell’indotto automobilistico FCA di Melfi ( circa 1.000 lavoratori ) durante il periodo di fermata degli impianti FCA di Melfi previsto per i giorni dal 26 luglio al 29 luglio 2017.

Come è noto la FCA di Melfi ha previsto la fermata degli impianti e la sospensione dal lavoro , con l’attivazione della CIGO per tutti i lavoratori nel periodo 29 giugno- 2 luglio 2017. Tale fermata a cascata riguarderà la maggior parte dei lavoratori dell’ indotto e di conseguenza i crca 1000 lavoratori interinali-somministrazione , dipendenti delle Agenzie per il Lavoro.

Pertanto ,nel mentre ai lavoratori FCA e indotto è assicurato il trattamento dovuto che è la Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria , i lavoratori delle agenzie non hanno alcun sostegno in quanto non possono accedere alla CIGO. L’unico intervento possibile per loro e l’attivazione del Fondo di Solidarietà previsto dall’accordo del 9 dicembre 2014, che con la richiesta di oggi le OO.SS. chiedono alle Agenzie per il lavoro di attivare prima della data di sospensione prevista per il 26 luglio .

In questo modo si assicura anche ai tanti lavoratori somministrati impegnati alla pari nelle aziende dell’indotto di beneficiare di un trattamento economico uguale ai lavoratori della FCA e dell’Indotto.