CONDIVIDI

VENOSA (PZ) – Applausi scroscianti e standing ovation per il gruppo americano degli Anointed, protagonista della serata conclusiva del Basilicata Gospel Festival, che si è svolta domenica 3 gennaio a Venosa, all’interno della Concattedrale di Sant’Andrea, grazie alla collaborazione con la Fondazione Madre Teresa di Calcutta Onlus.

gospel venosaIl quartetto, proveniente da Atlanta in Georgia, una delle più prestigiose capitali della musica gospel, e formato da Marsha Wilson, LaShawn D. Chandler, Cedric E. Jones, accompagnati al pianoforte da Elvis Lewis Jr., ha trascinato il pubblico presente con i più famosi brani della tradizione gospel, da “Total praise” a “Enjoying Jesus (Hallelujah)”, da “When the saints go marching in” a “Oh happy day”. Ancora una volta è stata notevole la risposta per un concerto di musica gospel da parte della comunità venosina, che ha creato uno splendido colpo d’occhio riempendo ogni angolo della chiesa, illuminata per l’occasione da luci scenografiche, e ha partecipato in maniera calorosa, anche unendosi ai cori.

Sono state sette in totale le tappe della quarta edizione del Basilicata Gospel Festival, che ha riscosso ovunque entusiastica partecipazione e coinvolgimento emotivo da parte degli spettatori che hanno gremito le chiese e le location dei concerti, spesso individuate dall’organizzazione al fine di una loro riscoperta e valorizzazione. Coinvolti nel circuito della manifestazione, a partire dallo scorso 27 dicembre, sei borghi lucani (Abriola, Chiaromonte, Colobraro, Lauria, Salandra, Venosa) e uno calabrese (Acri), con il duplice scopo, da una parte, di offrire al pubblico una proposta musicale di elevato profilo qualitativo e culturale e, dall’altra, di contribuire alla promozione del territorio anche durante il periodo invernale.

Il Basilicata Gospel Festival, organizzato dall’associazione culturale «Il Circo dell’Arte» con la direzione artistica di Pasquale Cappiello, si è dunque confermato un grande evento di riconosciuto valore in ambito regionale, capace di portare l’energia e la carica emotiva della musica gospel negli splendidi scenari lucani. Ogni anno vengono invitate esclusivamente formazioni gospel internazionali, consentendo un vitale scambio culturale e permettendo agli spettatori di conoscere ed ascoltare il vero gospel dei neri d’America: un canto che racchiude fede, amore e gratitudine, che sa emozionare, trascinare, comunicare messaggi di gioia.