CONDIVIDI

Ripacandida-A tre giornate dalla fine del campionato, importante passo in avanti del Ginestracandida, che ha 4 punti in più sulle immediate inseguitrici per non retrocedere. Partita subito vibrante e avvio deciso degli ospiti che spingono e al 3′ Cappiello con un bel tiro da 20 metri colpisce la traversa. Solo verso il 15′ si vede il Ginestrac.,ma Grossi al volo in area spreca da pochi passi e manda a lato.
Al 22’ corner dalla destra per il Rapone e Letizia senza neppure saltare insacca di testa senza ostacoli.
Il Ginestr. subisce il colpo ed il Rapone sfiora ancora un paio di volte il raddoppio, in particolare per ben due volte soli davanti il bravissimo Carnevale che ipnotizza gli avversari e sventa il raddoppio. Nel secondo tempo il Ginestacandida entra in campo deciso e trova subito il pareggio al 55′ con il solito Loriso, che dopo un’azione confusa riesce a metterla dentro da pochi metri.
Gli ospiti accusano il colpo e al 65′ trova il vantaggio con una splendida rasoiata dal limite ancora di Loriso. Il pallone esce fuori dalla rete (per un buco nella rete!)ma solo dopo che l’arbitro si accerta della rete bucata convalida il goal lasciando per qualche attimo con il fiato sospeso giocatori e i tanti tifosi tornati sugli spalti a sostenere la squadra locale. Pochi minuti e arriva il 3-1 con uno splendido diagonale di Grossi dopo una bella cavalcata dal centrocampo che trafigge dalla destra il bravo portiere avversario.
Passano pochi minuti ed il Rapone è bravo subito ad accorciare le distanze facendo prevedere gli ultimi 20’ di fuoco.
All’85’ mister Lettieri sfiora con un braccio e per l’arbitro è rigore, trasformato da Angelillo F. Carnevale intuisce sulla sua sx ma nn arriva.
Il Ginest. non si arrende e si tuffa all’attacco alla ricerca della vittoria, che la trova col solito Loriso (genio e sregolatezza) che conquista una bella punizione da 20 mt che trasforma al 90′ come al suo solito tiro che finisce nel sette.
Si festeggia sugli spalti ed in campo. L’arbitro concede due minuti di recupero ma proprio all’ultimo minuto mentre Potenza D. si accingeva ad effettuare una rimessa laterale nella metà campo avversaria, scoppiano dei battibecchi con conseguente parapiglia che viene sedato dall’intervento dei carabinieri in campo. Non succede più nulla poiché l’arbitro vedendosi circondato prima espelle l’assistente Parisi del Ginestr. ed un giocatore del Rapone e nel frattempo fischia anche la fine della partita senza neppure far riprendere più il gioco.
Continuano le proteste degli ospiti ma intanto è grande festa in campo e fuori per una vittoria che vale quasi la matematica e soffertissima salvezza per il Ginestracandida.

CALCIO. SECONDA CATEGORIA. A.P. GINESTRACANDIDA – CALCIO RAPONE 4-3. L’ARBITRO SOSPENDE LA PARTITA NEI MINUTI DI RECUPERO, INTERVENGONO I CARABINIERI PER SEDARE UNA RISSA.

GINESTRACANDIDA: Carnevale;Pipolo,Rita, Rizzo, Di Leo,Messere (al 20’ Lettieri),Annunziata U.,Annunziata N (al 75’ Potenza D.).Loriso,Petagine, Grossi. All: Lettieri.
CALCIO RAPONE:Angelillo M., D’Auria,Cerone, Angelillo F.Letizia,Carlucci,Pinto,Cappiello,Borea,Repole Pinto.
Marcatori: al 22’ Letizia; al 55’, 65’ e 90’ Loriso;, 68’ Grossi;al 72’ Repole; al 85’ Angelillo F. (rigore).

Lorenzo Zolfo